Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Come principe consorte non aveva un ruolo ufficiale ma Filippo è stato il sostegno della Regina per ben 73 anni di matrimonio. Dal nostro corrispondente dall’Inghilterra.
(AP Photo/Matt Dunham, File)

Il principe Filippo e l’allora principessa Elisabetta si sono sposati un mese prima che io nascessi, quindi posso dire che sono stati presenti per tutta la mia vita. Il mio primo ricordo di lui risale al 1953 all’incoronazione di Elisabetta. La guardammo sul televisore nuovo di zecca dei nostri vicini di casa e anche se avevo solo 5 anni, ricordo molto chiaramente la figura molto imponente di Filippo nella sua uniforme della Marina Reale.

Come principe consorte, Filippo non aveva alcun ruolo ufficiale, a parte l’essere il marito della Regina, ma decise di ritagliarsi un ruolo per sé. Era prima di tutto una roccia stabile per la monarca. Elisabetta lo ha descritto come la sua forza e casa e il loro forte matrimonio è probabilmente la ragione principale per cui lei è stata, ed è ancora, una monarca di grande successo e molto popolare. Ma anche Filippo aveva il suo programma. Era, fin dai primi giorni, impegnato nella conservazione dell’ambiente e del mondo naturale. Contribuì a fondare quello che oggi si chiama WWF per la protezione degli animali in natura, e fu un patrono di molte organizzazioni caritatevoli. Forse il suo più grande successo fu il programma Duke of Edinburgh’s Award. Con l’assistenza di leader adulti, i giovani selezionano e fissano obiettivi in ciascuna delle seguenti aree:

Volontariato: intraprendere un servizio alle persone o alla comunità.

Fisico: migliorare in un’area di sport, danza o attività di fitness.

Abilità: sviluppare abilità pratiche e sociali e interessi personali.

Expedition: pianificazione, formazione e completamento di un viaggio avventuroso nel Regno Unito o all’estero.

– Nel livello Gold, il più difficile, i partecipanti devono fare una quinta sezione residenziale aggiuntiva, che comporta il soggiorno e il lavoro lontano da casa per cinque giorni, facendo un’attività condivisa.

Fondato in Gran Bretagna nel 1956, il programma si è ora esteso a 144 Paesi e circa 7 milioni di giovani vi hanno preso parte.

Il principe Filippo era famoso per il suo parlare “franco”, che a volte lo metteva nei guai. Il decano della cattedrale cattolica di Liverpool una volta raccontò un’esperienza tipica di Filippo. Disse che era stato invitato a una cena a bordo dello yacht reale. Così, si mise il suo miglior abbigliamento clericale per l’occasione. Si presentò al principe come il decano della cattedrale cattolica di Liverpool, al che Filippo rispose: «Buon Dio, sei così elegante – pensavo fossi un prete anglicano!».

Chissà quanto sta soffrendo la Regina per la perdita di un uomo sposato per 73 anni. Quanto tempo passerà prima che anche lei lasci questa terra? Molti vedono la morte di Filippo come la fine di un’epoca. Può darsi che il popolo britannico voglia rivedere il ruolo della monarchia dopo Elisabetta, ma in questo momento la nazione piange la perdita del principe Filippo.

 

I più letti della settimana

Dialogando con Tiziana Merletti

Si può imparare a litigare?

fedeltà

A proposito di fedeltà

Verso un noi sempre più grande

I contenuti Cn+ della settimana

Simple Share Buttons