Energia pulita con meno gas

Cresce in Italia l’attenzione alle fonti rinnovabili. Attivo un fondo statale.
Moduli fotovoltaici sui tetti dell’Aula Nervi in Vaticano

Un fondo rotativo per incentivare la produzione di energia da fonti rinnovabili. Dal 2 marzo al 14 luglio sarà possibile avanzare richiesta di finanziamento per interventi volti a produrre energia verde (vedi www.cassaddpp.it). In questo campo siamo attualmente il secondo Paese al mondo dietro la Germania, ma potremmo addirittura raggiungere il primo posto. Lo sostiene l’Associazione europea dell’industria fotovoltaica (Epia) e lo confermano i dati e le previsioni del Gestore dei servizi energetici, che rilevano come sul nostro territorio possiamo contare sulla presenza di 330 mila impianti che producono 12.800 megawatt di energia.
Su più fronti i benefici registrati: meno 40 per cento di emissioni di gas serra nel triennio 2008-2011 e crescita del settore. Come sostiene Valerio Natalizia, presidente del Gifi (Gruppo imprese fotovoltaiche taliane), c’è stato «un forte impulso alla creazione di nuovi posti di lavoro, circa 20 mila addetti diretti con un’età media dei lavoratori di 35 anni; uno dei pochi che ha continuato a crescere anche in una situazione particolarmente difficile».
Nella foto, l’istallazione dei 2400 moduli fotovoltaici sui tetti dell’Aula Nervi in Vaticano.

I più letti della settimana

Esercizi di… radicamento

Papa Congo RdC

Francesco in Congo e Sud Sudan

Simple Share Buttons