Dura lex

Danila Comastri Montanari - Hobby & Work
Danila Comastri

Il giallo storico è di moda e conta ormai nel mondo milioni di lettori e autori affermati: da Lynda Robinson a Thanos Kondylis, da Claude Mossé a Margaret Doody, da Guillaume Prévost a Barbara Hambly (quasi tutti tradotti in Italia). Da noi si possono annoverare fra i giallisti storici pure nomi come Umberto Eco o Carlo Lucarelli.

 

Ma la nostra autrice più dotata è senza dubbio Danila Comastri Montanari, con le avventure di Publio Aurelio Stazio, colto e raffinato senatore romano del tempo di Tiberio, aspirante filosofo con l’hobby dell’indagine poliziesca. Questa volta le vittime sono tre neonati di altrettante famiglie romane della nobiltà e della plebe ricca, fra le quali Publio Aurelio si muove con la consueta sagacia, l’esperienza consumata e il disincato dell’aristocratico evoluto e anticonformista: tutto è buono per vincere la noia e scoprire le bizzarie delle humanae res.

 

L’autrice è maestra nel trasferire i meccanismi del giallo classico-deduttivo nell’Urbe antica, come in una storiografia del quotidiano animata da umorismo, ironia e fantasia creativa.

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons