Il Digitale nel mondo dell’arte

Lunedì 5 dicembre alle 18, un incontro in diretta streaming per riflettere insieme sull'intelligenza artificiale che sta fortemente impattando tanto la creatività quanto l’interazione con le opere d’arte e il loro stesso mercato
digitale

Un appuntamento di interesse non solo per gli addetti ai lavori e per i diretti primi interessati, gli artisti, ma anche per i tanti appassionati di arte e di arte contemporanea in particolare, per un’esplorazione davvero a tutto tondo su arte e digitale.

Lunedì 5 dicembre si terrà alle 18 in diretta streaming l’incontro “Il Digitale nel mondo dell’Arte tra NFT, AI e altri strumenti“, organizzato da AI open mind, con il suo format I THINK, in collaborazione con Capitolium Art.

Dal titolo dell’incontro – accompagnato da Maria Zarębczan, storica dell’arte – discendono in realtà plurimi e diversificati aspetti, problemi e soluzioni, che saranno approfonditi con i diversi, tutti qualificati, interventi. Marco Cadioli, artista e docente alla Accademia di Comunicazione, con un excursus sull’arte digitale e le sue forme di espressione;Giuseppe Miceli, giurista, professore di Business Intelligence, presidente Osservatorio Italia Antiriciclaggio per l’Arte, parlerà di tracciabilità delle opere d’arte e delle sottostanti movimentazioni di denaro.  La proprietà intellettuale nell’era della libera condivisione e i nuovi strumenti di governance saranno oggetto del contributo di Irene Procopio, giurista d’impresa e Blockchain Specialist. Giancarlo De Menna, Business Development, interverrà sulla tecnologia per l’arte digitale, gli NFT e l’AI.  La case history della piattaforma Musae sperimentata nel corso degli ultimi 18 mesi da artisti, galleristi e case d’asta, illustrata da Alessandro D’Amato, CEO di Alsaro, chiuderà l’incontro.

Seguirà una degustazione di vini e spumanti delle Tenute Sajni Fasanotti, raccontati dal blogger Alberto Chiarenza. Sono Media Partner di Ai open mind – I Think: Agenzia di Stampa DIRE, Città Nuova, Dirittodell’informazione.it, Media Duemila. Sponsor tecnico: Flaminia Computer.

Qui è possibile registrarsi per partecipare alla diretta streaming: https://www.aiopenmind.it/ArtificialIntelligence/nft/

Ai Open Mind è uno spazio – fisico e virtuale – di incontro e condivisione sui temi più ampi legati all’evoluzione della società dell’informazione. Tra questi, creatività, tecnologia e design sono gli ingredienti fondamentali per progettare nuovi modi di lavorare, studiare, dare servizi, assistenza e cooperazione. L’ambizione che l’hub si propone è quella di contribuire alla diffusione di una corretta alfabetizzazione e informazione su AI mantenendo una chiara distinzione tra ciò che è analogico, reale, umano e ciò che è digitale, virtuale e prodotto dall’uomo.  Perché è la differenza che fa la differenza. Il ciclo di incontri “I THINK”, sostenuti dalla Mediapartnership dell’agenzia di stampa nazionale DIRE, Dirittodell’informazione.it, MediaDuemila e Città Nuova, e dallo Sponsor tecnico Flaminia Computer, rappresentano uno spazio nello spazio, aperto a chi lavora, studia e si applica nell’IA.  Spazio di visibilità per progetti in essere e futuri. Spazio, come sempre, per le idee. Tornano gli incontri culturali ‘I Think’ promossi da AI Open Mind per proseguire il confronto sullo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale favorendo il dialogo tra enti, istituzioni, università, imprese e, soprattutto, cittadini. 

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Simple Share Buttons