Democratic societies under the spell of the culture of fear: the perspective of Martha C. Nussbaum and Pope Francis

 

 

Per visualizzare l’articolo scaricare qui pdf del fascicolo n. 1/2023

Fear seems to be one of the typical features of modern life, emerging as a ‘culture’ and a perspective for interpreting life. After a brief discussion on Martha Nussbaum’s perspective on the role of fear in our societies, this article analyses the vision of fear that emerges from Fratelli tutti with reference to what Pope Francis calls the “culture of walls”. Next, it addresses the idea and practice of fraternity in the encyclical: can it constitute an “antidote” to the culture of fear?

La paura sembra una delle caratteristiche tipiche della vita moderna, profilandosi come “cultura” e prospettiva interpretative dell’esistenza. Dopo una breve disamina del pensiero di Martha Nussbaum sul ruolo della paura nelle nostre società, l’articolo analizza la visione della paura in Fratelli tutti con riferimento a quella che Papa Francesco definisce la “cultura dei muri”. Poi, considera l'idea e la pratica della fraternità nell’enciclica: potrebbe porsi come un “antidoto” alla cultura della paura?

I più letti della settimana

Chiara D’Urbano nella APP di CN

La forte fede degli atei

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons