CN+

Decreto Cutro, la maggioranza si spacca. Le modifiche alla «Protezione speciale»

Questa volta il Quirinale ha avuto un ruolo decisivo. Il richiamo del Colle al rispetto dei trattati internazionali e delle norme dei diritti dell’uomo costringe la maggioranza di Governo a rivedere le scelte compiute  
Decreto Cutro
Roma, 20-4-23: Senato, tabellone con il risultato della votazione riguardante il decreto sui flussi di ingresso legale dei lavoratori stranieri e di prevenzione e contrasto all'immigrazione irregolare. (Foto Mauro Scrobogna /LaPresse)

Ieri era il giorno tanto atteso. Il cosiddetto Decreto Cutro sarebbe approdato in Senato per l’approvazione. Portava con sé un numero enorme di emendamenti: 330 dell’opposizione, 21 della Lega e un subemendamento del Governo.

Il Governo aveva annunciato la volontà di…

QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI A CN+

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Chiara D’Urbano nella APP di CN

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons