Cultura della differenza e persona

Contrariamente agli obiettivi del femminismo «prima fase», gli anni ottanta, con la ripresa di un femminismo «seconda fase», hanno recuperato il valore degli affetti, della famiglia, della paternità, i valori, cioè, che maggiormente indicano una «differenza» femminile. E una strada nuova, dopo la crisi del concetto di uguaglianza che si è rivelata controproducente se intesa come assimilazione all'uomo: ma quali sono i contenuti della «differenza»? Su questo tema si impegnano i lavori presi in esame dalla presente rassegna bibliografica

I più letti della settimana

Aldo Giordano

Aldo Giordano, nunzio empatico

Matrimonio, divorzio e figli

Natale cancellato per decreto?

A proposito di Suicidio Assistito

Ancora fratelli

Una comunità di leader

Simple Share Buttons