Il Corsaro della Scala di Milano

Balletto ricco di azione, passione e romanticismo, di virtuosismi che richiedono tecnica straordinaria, "Le Corsaire", con la coreografia di Anna-Marie Holmes da Petipa e Sergeyev, è disponibile sul canale di Raiplay

L’ordito romanzesco da gran fumettone si svolge in un contesto esotico fatto di pascià, harem, odalische, schiave e pirati, grotte marine e giardini, con la contrastata storia d’amore tra Medora e Conrad, il corsaro, mentre si susseguono rapimenti, intrighi, delazioni, battaglie, per concludersi con la vittoria del gruppo di pirati sugli infedeli ottomani, e l’inevitabile l’happy end.

le-corsaire_1_ph-brescia-e-amisano

Le avventure del pirata Conrad per salvare la sua amata Medora riempiono la storia d’amore con un irresistibile spirito d’avventura. Balletto dalla trama farraginosa, fatta di azione, passione e romanticismo, Il Corsaro è noto soprattutto per il virtuosistico “passo a due” del secondo atto fra i due amanti (originariamente un “passo a tre”), pezzo di bravura riproposto in innumerevoli gala, che fu cavallo di battaglia della celebre coppia Nureyev-Fonteyn.

le-corsaire_2_ph-brescia-e-amisano

Tratto dal poemetto di George Gordon Byron (best-seller del 1814), dopo il debutto francese (1856, con la coreografia di Joseph Mazilier, musiche di Adolphe-Charles Adam e poi Léo Délibes), suscitò l’attenzione a San Pietroburgo di Marius Petipa (musiche di Minkus e poi di Riccardo Drigo) che ne fece un kolossal zarista. Tra i più emozionanti classici del repertorio ballettistico, con grande evidenza per le danze e i virtuosismi che richiedono tecnica straordinaria, Il Corsaro è stato allestito nel 2018 al Teatro alla Scala di Milano con la celebre coreografia di Anna-Marie Holmes da Petipa (di cui nel 2018 si celebravano i 200 anni dalla nascita) e Sergeyev, con un nuovo allestimento di Luisa Spinatelli. Registrato dalla Rai, è stato riproposto sul suo canale Rai5 mercoledì 6 maggio, e ancora fruibile su Raiplay.

le-corsaire_3_ph-brescia-e-amisano

le-corsaire_5_ph-brescia-e-amisano

Dal debutto con il Boston Ballet e poi con l’American Ballet Theatre nel 1998, la Holmes, autorevole specialista dei grandi balletti ottocenteschi, lo ha rimontato per innumerevoli compagnie. Alla Scala, premiato dalla rivista Danza&Danza come miglior produzione classica del 2018, è stato una grande vetrina per gli artisti del Corpo di Ballo del Teatro scaligero, che ha visto nei ruoli principali Nicoletta Manni (Medora), Martina Arduino (Gulnare), Timofej Andrijashenko (Conrad), Marco Agostino (Lankendem), Antonino Sutera (Birbanto), Mattia Semperboni (Alì, lo schiavo), Alessandro Grillo (il pascià), Antonella Albano (Zulmea), Virna Toppi, Maria Celeste Losa Alessandra Vassallo (le tre odalische).

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons