Città senz’auto, è possibile? La mobilità umana verso la transizione energetica

Reggio Emilia accoglie due giorni di formazione gratuita sul tema della mobilità sostenibile, con la partecipazione dei principali esperti e rappresentanti europei del settore, che condivideranno idee e buone pratiche per la riduzione della contaminazione e del consumo energetico.
Licenza Pexels

Il 26 e al 27 maggio 2022, torna MobilitARS, il simposio dedicato all’arte della gestione della mobilità urbana, che quest’anno si terrà in presenza a Reggio Emilia presso il Centro Loris Malaguzzi, Viale B. Ramazzini, 72/a, Reggio Emilia, organizzato da Bikenomist in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, con il supporto di Selle Royal Group Eco Counter, con il Patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica e del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili.

Focus della seconda edizione di MobilitARS sarà la città senz’auto per la transizione ecologica e vedrà tra gli interventi di apertura quello del Ministro della Mobilità e delle Infrastrutture Sostenibili Enrico Giovannini*.

MobilitARS 2022 torna dopo il successo della prima edizione del 2021, svoltasi completamente online a causa delle restrizioni sanitarie, che ha coinvolto più di 40 relatori selezionati tra accademici, tecnici e amministratori che hanno presentato le proprie soluzioni per la città sana e resiliente a oltre 1.300 spettatori virtuali collegati da tutta Italia per le 4 mattinate di simposio.

«La sfida della gestione della mobilità urbana nel terzo millennio dovrà bilanciarsi tra un bisogno di efficienza e di offrire risposte alle crisi energetica, ambientale e climatica che stiamo vivendo. Per questo motivo il tema portante di questa edizione sarà la “Città senz’auto” per provare a immaginare un nuovo modo di muoversi e un utilizzo differente dello spazio urbano», ha commentato Paolo Pinzuti, CEO di Bikenomist e direttore di MobilitARS.

«Siamo felici ed entusiasti di ospitare questa nuova edizione di MobilitARS», dice l’Assessora alle Politiche per la Sostenibilità del Comune di Reggio Emilia Carlotta Bonvicini. «Reggio, da sempre cerca di fare il massimo per la mobilità sostenibile, sarà partecipe dell’evento sia come ospite che sulle tavole rotonde, sempre in cerca di collaborazioni per scoprire quello che di buono si sta facendo in Europa, e avrà anche l’occasione per presentare alla città e al pubblico il nuovo piano per la mobilità ciclabile della città, Velopoli – Biciplan 2022».

Le due giornate, giovedì 26 e venerdì 27 maggio saranno dedicate agli interventi di esperte ed esperti, che affronteranno il tema della mobilità seguendo sei macrotemi, obiettivi a cui la mobilità del terzo millennio dovrà tendere per riportare lo spazio pubblico al proprio compito primario di creazione di vita e di relazioni senza perdere di vista le esigenze dell’economia, dell’adattamento al cambiamento climatico e al vivere urbano.

Il programma è stato curato dal Comitato Scientifico composto dal geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi, dal dirigente dell’Area Sviluppo territoriale del Comune di Reggio Emilia Paolo Gandolfi, dalla Vicepresidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati Rossella Muroni, dall’esperta di urbanistica e mobilità e ambiente, fino al 2014 professoressa presso l’Università IUAV di Venezia, Maria Rosa Vittadini, della politica e presidente dell’Agenzia Roma servizi per la mobilità Anna Donati, dall’ingegnere ambientale ed esponente di Fridays For Future Italia Giovanni Mori, dalla Presidente e CEO di Selle Royal Group Barbara Bigolin.

  • Più ambiente: qualità dell’aria, verde, adattamento al cambiamento climatico e minore consumo del territorio.
  • Più sicurezza: tutela delle persone e vivibilità delle strade, ricostruire la dimensione sociale dello spazio pubblico.
  • Più benessere: salute, qualità della vita, attività fisica, rumore. 
  • Più energia: economia, commercio, logistica, efficienza, lavoro.
  • Più spazio: bellezza, attività sociale e culturali, città dei 15’, gestione della sosta. 
  • Più tempo: socialità, scuola, coesione, integrazione.

Tra gli interventi di spicco della due giorni sulla mobilità ci saranno quelli di Mario Tozzi, divulgatore scientifico nonché membro del Comitato Scientifico di MobilitARS, delle esperienze internazionali, come quella di Barcellona con le Superillas nell’intervento di Janet Sanz Cid*, Assessora alla Mobilità, Comune di Barcellona (Spagna).

Si parlerà tra gli altri temi di benessere con il Piano della Mobilità 2040 del Comune di Groningen nell’intervento di Philip Broeksma, Assessore alla Mobilità, Comune di Groningen (Paesi Bassi) e il piano “meno auto più alberi” di Valencia con Giuseppe Grezzi, Assessore alla Mobilità, Comune di Valencia (Spagna). L’Assessora alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia, Carlotta Bonvicini interverrà sui 15 anni di Biciplan della città. Altro tema centrale saranno le strade scolastiche con gli interventi di Luca Boniardi, Dottore di Ricerca presso l’Università di Milano, e di Claudio Magliulo, Responsabile Clean Cities Campaign Italia.

Si tratterà poi il tema della sicurezza e della mobilità inclusiva con, Alessandro Tursi, Presidente FIAB, Matteo Dondé, Architetto Urbanista, Isabell Eberlein, CEO di Velokonzept.

Carlo Carminucci, Direttore di ISFORT,l’Istituto Superiore di Formazione e Ricerca per i Trasporti, darà una panoramica sulle abitudini di mobilità degli italiani e di come sono cambiate durante la pandemia.

MobiltARS sarà introdotto da una serie di video interviste acui prenderanno parte attori del cambiamento europeo come l’assessore alla mobilità e spazio pubblico di Parigi Christophe Najdovski (disponibile on line), la Ministra della mobilità e trasporti della regione metropolitana di Bruxelles Elke Van den Brandt e il professor Lorenzo Pagliano, del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano.

La partecipazione a MobilitARS è gratuita, ma è richiesta la registrazione su mobilitars.eu

Per informazioni:

MobilitARS

info@mobilitars.eu

mobilitars.eu

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it

I più letti della settimana

Auguri, don Matteo

In cammino verso la sinodalità

Aprire il cuore

Simple Share Buttons