Città Nuova vi aspetta a “Fa’ la cosa giusta!”

Torna a Milano dal 24 al 26 marzo la Fiera del consumo critico. Nel ricco calendario di eventi ci sono anche quelli promossi dal giornalino Big bambini in gamba e da Teens, nonché la presentazione dell'ultimo romanzo di Fernando Muraca e un incontro con lo psicologo Ezio Aceti.
Fa' la cosa giusta critical fashion

Torna a Milano Fa’ la cosa giusta!, la Fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, giunta alla diciannovesima edizione. Da venerdì 24 a domenica 26 marzo (apertura dalle 9 alle 20) ai padiglioni 3 e 4 dell’Allianz MiCo sarà quindi possibile toccare con mano le buone pratiche di consumo e produzione, improntate alla sostenibilità ambientale e sociale, alla valorizzazione delle eccellenze e specificità locali, e al fare rete tra associazioni, istituzioni, imprenditori e cittadini. E lì vi aspetta Città Nuova: venerdì 24 marzo sono previsti, nel programma culturale della fiera, quattro laboratori sul tema di Bambini cittadini promossi dal giornalino Big bambini in gamba: due al mattino, alle 10 e alle 11 e due il pomeriggio, dalle 15 alle 16 e dalle 17 alle 18. Sempre nel pomeriggio di venerdì, in programma due laboratori del giornalino per ragazzi Teens, dalle 16 alle 17 e dalle 18 alle 19. Sempre sabato 25 alle 16 e domenica 26 alle 12 ci sarà la presentazione del romanzo di Fernando Muraca Liberi di cadere, liberi di volare. Alle 16 di domenica ci sarà infine un incontro con lo psicologo dell’età evolutiva Ezio Aceti dal titolo: “Papà, dove sei? La famiglia oggi e la bellezza di educare”.

“Quando ci è arrivato l’invito a partecipare a Fa’ la cosa giusta, abbiamo sentito che era bene esserci con la nostra proposta informativa e culturale – afferma Aurora Nicosia, direttrice di Città Nuova -. Difficile scegliere fra la vasta produzione di Città Nuova, dallo storico mensile alle riviste specializzate, alla più recente formazione agile. Ci siamo orientati, dunque, soprattutto sui temi delle nuove generazioni che tanto ci stanno a cuore e verso le quali abbiamo il dovere di fare la cosa giusta. Da qui la proposta di laboratori a cura della redazione di Big, il giornalino per i bambini fino ai 10 anni, e della redazione di Teens, la rivista per i ragazzi fatta dai ragazzi. Proponiamo inoltre un momento di riflessione a partire da un libro della collana Passaparola che sta avendo un grande successo di pubblico, “Liberi di cadere, liberi di volare”, di Fernando Muraca, e un approfondimento dedicato alla famiglia con Ezio Aceti, psicologo dell’età evolutiva e autore di numerosi articoli e libri per Città Nuova. Contiamo così di dare il nostro contributo all’interno di un evento che vedrà la partecipazione di migliaia di persone sicuramente interessate e coinvolte, come noi, a realizzare una società più giusta”.

“Siamo lieti di essere al fianco di Città Nuova in un’esperienza che muove i passi in questo importante evento nazionale che omaggia stili di vita sostenibili e diffonde buone pratiche – aggiunge Cardenia Casillo, presidente della Fondazione Vincenzio Casillo, che sostiene la partecipazione di Città Nuova alla fiera -. Sosteniamo da tre anni il mensile BIG con l’auspicio di stimolare i bambini nello sviluppo di una coscienza critica e nella conoscenza degli obiettivi dell’Agenda 2030 Onu, perché saranno loro a costruire il futuro. L’impegno quotidiano della nostra Fondazione mira ad incentivare e migliorare la formazione delle giovani generazioni e, di pari passo, a prendersi cura dei loro valori, incoraggiando la conoscenza, la consapevolezza e la loro crescita, umana e professionale”.

Nove le aree tematiche su cui si articolerà l’esposizione, distribuita su due piani e oltre 500 stand, sia dall’Italia che dall’estero: abitare green (arredamento ecocompatibile o del commercio equo e solidale, energia da fonti rinnovabili, bioedilizia); area vegan (abbigliamento, accessori, cosmesi, alimentazione e stili di vita vegani); cosmesi naturale e biologica; critical fashion (abbigliamento e accessori realizzati con materiali riciclati o di riuso, filati biologici o naturali, prodotti del commercio equo o progetti sociali); il pianeta dei piccoli (abbigliamento, arredamento, giochi per l’infanzia eco-compatibili o del commercio equo e solidale); mangia come parli (prodotti da agricoltura biologica, biodinamica, a Km0 o della filiera del commercio equo e solidale, prodotti presidio Slow Food, progetti a difesa della sovranità alimentare); street food (cibo di strada preparato secondo questi stessi principi); turismo consapevole e grandi cammini (viaggi attenti all’ambiente, ai diritti dei popoli e dei lavoratori, grandi itinerari storici e culturali, stampa specializzata); pace e partecipazione (progetti di associazioni, distretti e reti, campagne, ong, associazioni di tutela dei consumatori, sindacati, stampa specializzata). Tra questi stand, all’area “Pace e Partecipazione” (piano terra, padiglione 3, KB21), ce ne sarà uno a cura dell’Economia di Comunione assieme a Città Nuova (con pure uno spazio-vendita) e ai giovani di Economy of Francesco (presenti sabato e domenica). Fitto come si diceva anche il calendario di incontri e attività, in particolare per le scuole; toccando temi come l’economia circolare, il turismo lento, la lotta allo spreco, ma anche degustazioni e spettacoli.

Tutte le informazioni per la visita sono disponibili su https://www.edc-online.org/it/italiano/news/varie/18491-milano-edc-partecipa-alla-19-esima-edizione-di-fa-la-cosa-giusta.html

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it

I più letti della settimana

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Ti amo come sono stato amato

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons