Cinema e stereotipi

Principesse mascolinizzate, arriviste implacabili oppure scialbe e poco degne di considerazione. Ma qualcosa sta cambiando…
Le tre protagoniste di “Bombshell - La voce dello scandalo”, Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie.

La produzione cinematografica, come quella artistica, viaggia su un doppio binario. Da un lato è specchio della realtà, racconta la società come la vede. Dall’altro la influenza, istillando dubbi, minando certezze, stimolando il pensiero. Se guardiamo alle caratteristiche della femminilità attraverso il filtro del grande schermo, abbiamo una difficoltà: la marginalizzazione del ruolo.

Damigella in pericolo, oggetto sessuale, comparsa asessuata.…

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons