Chiara Lubich: il dialogo della vita

Anche se l’orizzonte ecumenico non è stato da subito presente nell’esperienza spirituale del Movimento dei Focolari, da quando la fondatrice ha scoperto che, invece, questo apparteneva al cuore della missione del carisma che Dio le aveva affidato, è divenuta una testimone sensibile e una decisa promotrice dell’ecumenismo della vita, del dialogo, del popolo. L’articolo ci presenta come Chiara Lubich si sentiva spinta a lavorare per l’unita dei cristiani.

I più letti della settimana

Tonino Bello, la guerra e noi

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Il voto cattolico interessa

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons