Carissimi ragazzi per l’unità

Impegnato in Bulgaria, Giovanni Paolo II non ha voluto mancare all’incontro dei Rpu, inviando loro un messaggio pieno di affetto e di fiducia. Ne riportiamo qualche stralcio. (…) Tutti i ragazzi cristiani sono per l’unità ma voi, che aderite al Movimento dei focolari, lo siete in modo speciale! Gesù è il Salvatore del mondo intero. È il Principe della pace.Anzi, come dice l’apostolo Paolo, “egli è la nostra pace” (Ef 2,14), perché ha abbattuto il muro dell’inimicizia, che separa gli uomini e i popoli tra loro. Gesù è la nostra speranza, la speranza per tutta l’umanità che, in ogni generazione, è chiamata a costruire la pace nella giustizia, nella verità e nella libertà. Cari ragazzi e ragazze, Cristo vi chiama ad essere gli annunciatori e testimoni di questa splendida verità. Vi chiama ad essere gli apostoli della sua pace. Costruite la pace in tutte le situazioni in cui vi trovate quotidianamente a vivere: in famiglia, nella scuola, tra gli amici, nello sport e nel tempo libero… Siate sempre pronti all’ascolto, al dialogo, alla comprensione. Sappiate unire il coraggio e la mitezza, l’umiltà e la tenacia nel bene. Imparate dal divin Maestro che la verità non si sostiene con la violenza, ma con la forza della verità stessa. Alla scuola del Vangelo, tenete sempre uniti la giustizia e il perdono, perché la pace vera è frutto di entrambi. Animati dallo Spirito di Gesù, amate chi non vi ama e vogliate bene a chi non ve ne vuole, perché cresca nel mondo il Regno di Dio, che “è giustizia, pace e gioia nello Spirito Santo” (Rm 14,17). In questo modo, carissimi, sarete veramente costruttori di unità e di pace. Cari ragazzi e care ragazze, siate apostoli di pace! Vorrei ripetere a voi le parole che ho pronunciato ad Assisi il 24 gennaio scorso, in occasione della Giornata di Preghiera per la Pace: “Giovani del terzo millennio, giovani cristiani, giovani di tutte le religioni, chiedo a voi di essere, come Francesco d’Assisi, “sentinelle” docili e coraggiose della pace vera, fondata nella giustizia e nel perdono, nella verità e nella misericordia! Avanzate verso il futuro tenendo alta la fiaccola della pace. Della sua luce ha bisogno il mondo!” (Discorso ad Assisi, n. 7: L’Osservatore Romano, 25.1.2002, p. 7). Così il papa vi desidera, perché così vi vuole Gesù. Non abbiate paura di donarvi totalmente al Signore. Vi aiuti Maria Santissima, che ama come proprio figlio ogni singolo discepolo di Gesù. Amatela, cari ragazzi, come vostra Madre, e lasciatevi sempre guidare da lei nel cammino della vita. Io vi accompagno volentieri con grande affetto e vi mando di cuore una speciale benedizione.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons