Canzoni mondiali

Listen Up!, un disco solare e positivista come ha da essere una compilation pensata per giorni che tutti speriamo possano essere di festa.
Soweto spiritual Singer

A confermare l’assioma che ogni evento è innanzi tutto un business, ecco arrivare sui mercati planetari l’album ufficiale dei Mondiali di calcio sudafricani. Tra i mille gadget a disposizione la Fifa ha realizzato una compilation col duplice scopo di certificare la propria sensibilità sociale e sfruttare l’occasione per quelli che sono – o dovrebbero essere – le priorità di ogni evento sportivo di portata mondiale: lealtà, promozione di valori positivi, occasione di svago e di fraternità interraziale.

L’album si intitola Listen Up! (Epic) e contiene dodici brani realizzati proprio con questo intento: una bella ed allegra sarabanda di sonorità afro-occidentali e di intriganti duetti fra divi planetari ed emergenti terzomondiali. Come già era avvenuto per le precedenti edizioni siamo, per capirsi, in un ambito che potremmo definire di etno-pop internazional-popolare. Questa volta l’onore di firmare la sigla ufficiale è andato al rapper statunitense R.Kelly accompagnato dai Soweto Spiritual Singers col brano Sign of a Victory che apre l’album, mentre come singolo guida è stata scelta la spumeggiante Waka Waka (This time for Africa) proposta da Shakira insieme all’ottima pop-band locale dei Fleshlygroung (sì, proprio quelli dell’irresistibile Doo Bee Doo): facile pronosticarla tra i tormentoni dell’estate.

Non mancano altre stuzzicanti proposte, come l’accoppiata afro-statunitense Angelique Kidjo e John Legend, e quella haitiano-sudafricana composta da Wyclef Jean e J.Pre. E nella possente Hope di chiusura c’è anche la voce di Nelson Mandela.

Un disco solare, festoso e positivista come ha da essere una compilation pensata per giorni che tutti speriamo possano essere di festa, a prescindere dai verdetti dei campi. Particolare non irrilevante il fatto che i proventi dell’album verranno destinati ad un progetto benefico che si prefigge di costruire ben 20 centri sportivi in alcune fra le aree più povere del continente africano.

Leggi anche

Musica
La scelta di Caparezza

La scelta di Caparezza

di
Opera
Trionfo per Traviata

Trionfo per Traviata

di
Arte
Pietà del nostro tempo

Pietà del nostro tempo

di
Musica
Cosa succede in città

Cosa succede in città

di

I più letti della settimana

I miei segreti

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Amore e delusione

Altri articoli

Con lo smartphone nei campi rom

In libreria

Gocce di Vangelo 17 aprile 2021

La scelta di Caparezza

Ripartiamo. Ok. Ma come?

Amazon, un fenomeno da conoscere bene

Corridoi umanitari: una via sicura

Simple Share Buttons