Il campanello della scuola

L’autore, insegnante e padre di famiglia, si riferisce alla meditazione di Chiara Lubich che apre questo numero: L’attrattiva del tempo moderno. Sin da ragazzo ha visto nelle parole dei primi versi – «penetrare nella più alta contemplazione e rimanere mescolati fra tutti, uomo accanto a uomo» – un orizzonte affascinante: vivere profondamente la spiritualità evangelica e avere come prospettiva la quotidianità, l’ordinarietà della vita.

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Beato Livatino

Il giudice ragazzino “vive” ancora

Esercizi di… radicamento

Simple Share Buttons