Brividi di carta

Continua il percorso culturale attorno ai grandi del cinema. Dopo Victor Mature e Sergio Leone, tocca ad Alfred Hitchcock, un mostro sacro la cui opera abbraccia mezzo secolo di storia del cinema del Novecento. La rassegna è costruita intorno al “mondo di carta”, cioè dai preziosi materiali iconografici d’epoca realizzati a corredo dei film: riviste, manifesti, locandine, foto di scena da collezioni italiane e straniere a commento del maestro del brivido. Alfred Hitchcock. Brividi di carta. Madonna di Campiglio (Tn), Sala Congressi, fino al 15/9.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons