Attenti a quel cane

Spencer Quinn - Sperling & Kupfer
Spencer Quinn "Attenti al cane"
«Avevo riconosciuto il suo odore prima ancora che aprisse la porta. Cioè non il suo, quello del suo fiato alcolico. Va però detto che ho un buon olfatto, senza dubbio migliore del vostro». Così inizia questa divertente inchiesta poliziesca che gli amanti degli animali, in particolare dei cani, non possono perdersi. Un’indagine vista dalla parte di Chet, cane simpatico, affiatato con il suo padrone («il lavoro ci dà la carica, a me e a Bernie»), grintoso con i banditi («estranei che sapevano di barbabietola»), riflessivo quando serve, pigro quando può («mi sono sdraiato accanto al fuoco. Avrei potuto passarci la vita, a osservare il fuoco»).

È lui che racconta in prima persona e attraverso i suoi occhi capiamo i suoi interessi primari («la mia mente è andata a quella bistecca tirata fuori dal frigo, con sopra un mucchio di salsa»), i suoi dubbi («gli umani litigano e poi gli esce l’acqua dagli occhi. Chissà cosa significa»), le sue dormite, le sue simpatie («Suzie mi piaceva, anche se a volte diceva cose senza senso»), il significato dei suoi ringhi o delle sue effusioni. Insomma, il mondo attraverso gli occhi dei nostri amici a quattro zampe. Irresistibile.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons