Arriva il Bonus bici e monopattini

Nel maxi decreto da 55 miliardi anche il bonus bici, che coprirà il 60% del valore di acquisto, fino ad un massimo di 500 euro. Un sostegno alla mobilità green e alla filiera produttiva italiana secondo al mondo nella produzione di bici

All’interno del Decreto Rilancio, approvato dal Consiglio dei ministri il 13 maggio, è stato inserito anche il Bonus per la mobilità, con incentivi per l’acquisto di bici classiche, a pedalata assistita, monopattini, segway, hoverboard, monowheel e servizi di mobilità condivisa. Il Bonus, come ha specificato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, coprirà il 60% del valore dell’acquisto fino a un massimo di 500 euro. L’obiettivo, per la Fase 2, è di incentivare l’utilizzo di mezzi  green e alternativi così da favorire il decongestionamento del traffico nelle aree urbane mediante la riduzione dell’uso del mezzo di trasporto privato individuale e contenere il sovraffollamento nel trasporto pubblico, dove sarà necessario garantire il distanziamento sociale.

Per questa manovra il governo ha stanziato 50 milioni, che si vanno a sommare ai 70 milioni già previsti dal Decreto Clima, che prevedeva un incentivo in cambio della rottamazione di un veicolo inquinante. Al buono, valido per gli acquisti effettuati dal 4 maggio fino al 31 dicembre 2020, possono accedere tutti i cittadini maggiorenni ed è pensato per chi risiede nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane e nei capoluoghi di Provincia ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti. Inoltre, è possibile richiedere l’agevolazione una sola volta e per un solo acquisto. Non si tratta solo di un sostegno alla mobilità green, ma, come specificato dal ministro Costa, «il bonus è un sostegno a una filiera virtuosa della nostra industria: l’Italia è secondo produttore di bici al mondo».

Per il 2021 invece (dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021) sarà possibile rottamare la propria auto dalla classe Euro 3 in giù o il motociclo omologato fino alla classe Euro 2 ed Euro 3, se a due tempi. Il buono per la rottamazione, pari a 1500 euro per ogni autovettura e 500 euro per ogni motociclo, è cumulabile con quello per l’acquisto delle bici. La cifra finale può essere utilizzata, nei 3 anni successivi, per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale, di biciclette e di veicoli a propulsione prevalentemente elettrica o per servizi  di mobilità condivisa a uso individuale.

Infine il decreto introduce altre due novità: la “casa avanzata”, linea di arresto per le biciclette in posizione avanzata rispetto alla linea di arresto per tutti gli altri veicoli, e la corsia ciclabile, che farà parte invece della carreggiata, posta a destra, delimitata mediante una striscia bianca discontinua, idonea a permettere la circolazione sulle strade urbane dei velocipedi nello stesso senso di marcia degli altri veicoli.

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons