Antiaristotelismo e “instauratio scientiarum” nel pensiero di Tommaso Campanella

La tensione verso una radicale riforma del sapere costituisce uno dei tratti dominanti della vita e dell’opera del filosofo calabrese Tommaso Campanella (1568-1639). Nella ricerca di un nuovo modus philosophandi Campanella assume come termine di confronto e di critica l’aristotelismo…
Questo contenuto è riservato agli utenti registrati

Per visualizzarlo effettua il login

I più letti della settimana

Se EDB chiude…

Vasco

Pensiero debolissimo, anzi no

Trieste

Dietro i fatti di Trieste

Simple Share Buttons