Amare è fare la cosa giusta

Alcune situazioni impreviste richiedono l'attenzione di Tomás, un medico onesto che, nonostante la stanchezza, non esita ad aiutare i colleghi e a mettersi a disposizione degli altri. L’articolo è tratto dalla rivista di ottobre di Ciudad Nueva Cono Sur.

Voglio condividere con voi una giornata pazzesca che ho vissuto nel mio lavoro di chirurgo. Era il mio ultimo giorno di lavoro prima di andare in vacanza e, quando i miei colleghi lo hanno saputo, molti di loro mi hanno chiesto aiuto. All’inizio non avevo intenzione di operare così tanto, ma era impossibile non aiutare diversi pazienti. 

All’Ospedale Navale ho fatto un intervento al mattino e quattro interventi alla clinica Los Carrera di Quilpué: era troppo. Inoltre, sono stato chiamato da un medico d’urgenza per una paziente ricoverata per pielonefrite acuta e calcolosi ureterale ostruttiva, una combinazione fatale per il rene. Dovevo installare un catetere a coda di rondine per sbloccarlo.

Mi è stata assegnata una sala operatoria per il pomeriggio. Sono arrivato e ho cominciato a rivedere i suoi esami mentre l’anestesista preparava l’anestesia. Gli ho detto di fermarsi per poter analizzare bene lo scanner. Mi sono reso conto che il calcolo era nel rene, che non era ostruttivo e che era piccolo, quindi non c’era indicazione per un catetere. 

Ho alzato la testa, ho attinto forza dal Padre Eterno, ho detto all’anestesista di non fare l’anestesia e al resto dell’équipe che l’intervento non sarebbe stato fatto perché non c’era l’indicazione. La giovane donna si è messa a piangere di gioia e di nervosismo. Ho notato che l’anestesista era turbato perché aveva aspettato a lungo. Nello spogliatoio mi si è avvicinato e si è congratulato con me per la mia decisione e il mio coraggio. Gli ho detto che bisogna fare la cosa giusta, che pochi pesos non valgono quanto l’onestà. Lui ha aggiunto che avrebbe potuto anche essere complicato. 

Entrambi felici, la famiglia grata e il cuore contento di essere coerente.

Tomás Villalobos (Cile)

__

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it
_

I più letti della settimana

Chiara D’Urbano nella APP di CN

La forte fede degli atei

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons