All’ombra di Stalin: la storiografia in Unione Sovietica

Intervista a Anton Vladimirovic Antonov-Ovseenko
Antonov Vladimirovic Antonov-Ovseenko, tredici anni nei lager di Stalin, ha visto recentemente pubblicare ufficialmente la propria biografia del dittatore, dopo che per anni e anni era stata ricopiata a mano, battuta a macchina e tirata al ciclostile, di nascosto, in tutti gli angoli del Paese. Dopo aver tracciato un breve ritratto di Stalin e di alcuni suoi collaboratori, Antonov-Ovseenko analizza la situazione degli studi storici in Unione Sovietica, e giunge ad esprimere un duro, ma motivato giudizio sulla deformazione delle coscienze condotta consapevolmente per settan!' anni. Indica infine una prospettiva di superamento, da parte dell'umanità, della condizione ideologica, perché si realizzi un autentico impegno per l'uomo e per il pianeta.

I più letti della settimana

Aldo Giordano

Aldo Giordano, nunzio empatico

Matrimonio, divorzio e figli

Natale cancellato per decreto?

A proposito di Suicidio Assistito

Una comunità di leader

Ancora fratelli

amico

Chi trova un amico…

Il critico interiore

Simple Share Buttons