Adotta una mucca di Costalta

In provincia di Belluno, immersi tra le splendide Dolomiti del Cadore, la cooperativa Peralba Costalta, ha lanciato il progetto “Adotta una mucca”: con un piccolo contributo economico si aiutano i produttori locali e in cambio si ricevono burro e formaggio

Mettere ogni mucca in adozione. Così, in questo periodo di crisi, si è reinventata la cooperativa Peralba Costalta, che si trova tra le meravigliose Dolomiti del Cadore. Un piccolo caseificio tradizionale, dove 5 soci mungono all’incirca una quarantina di mucche, cercando di mantenere viva l’antica tradizione della transumanza e della lavorazione a crudo del latte. Una realtà che ha bisogno di attenzione e sacrifici e che il coronavirus ha messo in difficoltà, come la maggior parte delle piccole imprese, ma i soci non si sono arresi e da qui il progetto: “Adotta una mucca”, ovviamente a distanza.

mucca

Sul sito ci sono i nomi, le foto e l’età di ogni mucca. Ognuno può scegliere quale mucca adottare a distanza. I pacchetti proposti dall’azienda sono 3: con 39 euro si adotta per un mese, con 219 euro per 6 mesi e 409 per un anno. In cambio, ogni mese, si ricevono direttamente a casa: mezzo chilo di burro, un chilo di Formaggio “Latteria” e una caciotta, tutti prodotti con il latte della mucca adottata. La produzione è varia e dipende dalle stagioni: tome, caciotte, ricotte e burro, un modo diverso per farsi conoscere e far conoscere i propri prodotti in tutta Italia. Il contributo economico può aiutare gli allevatori ad accudire al meglio le mucche e dargli solo alimenti di alta qualità, fondamentali per la produzione di prodotti caseari di eccelenza.

Le richieste di adozione di una mucca sono arrivate a valanga, un successo che forse neanche i produttori della cooperativa si aspettavano, tanto che ad oggi, come si legge sul sito, «le adozioni sono sospese perché, con tutte le richieste ricevute, la produzione di una piccola realtà artigianale come la nostra è arrivata al limite». Ma la promessa è di lavorare per riprendere con il progetto il prima possibile.

La cooperativa Peralba non è l’unica che ha deciso di avvicinare produttori, allevatori e clienti attraverso un’adozione. Attraverso la startup 3bee,  è possibile ad esempio adottare un alveare e ricevere in cambio il miele prodotto dalle api. Un’opportunità per aiutare il lavoro degli apicoltori e gustare prodotti genuini. L’adozione a distanza può inoltre essere fondamentale per aiutare animali con un passato di violenza. L’associazione LAV si occupa da sempre della tutela degli animali, combattendo ogni forma di sfruttamento, maltrattamento o abbandono. Salvarli e garantirgli cure e protezione ha dei costi, attraverso l’adozione di un cucciolo o regalando un amico a distanza si possono rendere felici amici e parenti ma soprattutto dare un futuro a molti animali salvati ed entrare a far parte della loro nuova vita.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons