Acqua, vita e sviluppo: un incontro per riflettere

L’Amu propone per sabato 25 marzo, al termine della conferenza Onu sull’acqua, un evento online con voci da tutto il mondo
acqua

La giornata mondiale dell’acqua, il 22 marzo, ha segnato anche l’avvio a New York della conferenza Onu su questo tema: fino al 24 marzo il mondo si riunisce quindi al Palazzo di Vetro con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla crisi idrica che sta investendo il nostro pianeta e per decidere un’azione comune, volta a raggiungere i traguardi concordati a livello internazionale in materia di acqua. Secondo i dati Onu, infatti, nel 2020 due miliardi di persone non hanno avuto accesso in modo sicuro all’utilizzo dell’acqua potabile. L’emergenza climatica e ambientale ha fatto poi sì che tra il 2010 e il 2019 almeno 1,4 miliardi di persone siano state colpite dalla siccità, e 1,6 miliardi dalle alluvioni: dati che impongono l’urgenza di un uso sostenibile delle risorse idriche.

Cogliendo questo invito a riflettere sul tema, Azione Mondo Unito (Amu) e New Humanity organizzano organizzare un evento dal titolo “Acqua: fonte di vita e sviluppo”. L’evento online si svolgerà il 25 marzo dalle ore 15.00 alle ore 16.30 e si terrà in lingua italiana con traduzione simultanea in inglese, francese e portoghese.

Interverranno molte voci da tutto il mondo: si va dalle testimonianze della comunità Omaguaca dell’Argentina sul tema “Condividere e celebrare il valore dell’acqua per la vita”, ai coordinatori dei progetti Amu in diversi continenti che parleranno del legame tra acqua e sviluppo; con uno sguardo anche al tema della fede e all’enciclica Laudato Si’, e all’impegno del Dicastero per la Promozione dello Sviluppo Umano Integrale della Santa Sede.

Ricordiamo che l’Amu da oltre 10 anni sostiene azioni per la fornitura di acqua potabile in diversi villaggi della provincia di Ruyigi, in Burundi, in collaborazione con la controparte locale, CASOBU (Cadre Associatif des solidaires du Burundi). In particolare, con il rogetto “Acqua fonte di sviluppo” si propone di estendere la rete esistente a tutte le comunità della zona e nelle colline di Nombe, Nyarunazi e Kigamba/Rubaragaza, coinvolgendo direttamente la popolazione e le autorità locali nei lavori di costruzione, manutenzione delle infrastrutture e di gestione dell’acqua.

Il programma dettagliato della conferenza e il link per parteciparvi sono disponibili cliccando qui.

__

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it
_

I più letti della settimana

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons