Come abiteremo le città di domani?

L’orizzonte in cui iscrivere i nuovi percorsi ecclesiali non può che essere aperto su tutte le dimensioni del vivere umano. Non si possono infatti disgiungere salvezza trascendente, salute e ambiente, città e natura, paesaggio e benessere delle persone. L’autrice è docente di urbanistica al Politecnico di Milano e vice presidente della Scuola di economia civile.

I più letti della settimana

Omosessualità in famiglia

I muscoli e la ragione

Gen Verde, la pace come bussola

Simple Share Buttons