Abbiamo pregato troppo!

Un viaggio affrontato con pochi soldi. Le difficoltà, la preghiera, la Provvidenza... Una testimonianza tratta dal Vangelo del giorno.
la preghiera illumina l'itinerario spirituale di un'anima

Eravamo andati in Scozia dai nostri ge­nitori per dare loro la gioia di conosce­re i cinque nipotini. Non avendo molte possibilità, avevamo prenotato sulla nave una cabina economica vicino ai motori, dove nessuno era riuscito a dor­mire per via del fracasso e si era rimasti pigiati nelle cuccette.

Nell’affrontare il viaggio di ritorno, Matthias, otto anni, mi dice: «Papà, non abbiamo qualche moneta in più per prendere una ca­bina più confortevole?». Io: «Soldi non ne abbiamo, ma possiamo pregare per avere una cabina migliore».

Sulla nave regnava il caos perché s’erano cancel­late tutte le prenotazioni. Il controllore, vedendo nella nostra auto dei bambini, ci ha fatti imbarcare lo stesso, dicendo che loro potevano dormire nel veicolo. Già questa era una fortuna, in quanto avevo solo i soldi per pagare la traversa­ta in mare e non per una cabina.

Dopo un paio di ore una signora del persona­le, impietosita nel vedere i bambini così stanchi, ci ha messo a disposizione due cabine molto comode. Al che Matthias: «Papà, abbiamo pregato troppo!»”.

__

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it

I più letti della settimana

Omosessualità in famiglia

Gen Verde, la pace come bussola

Simple Share Buttons