I ragazzi di EcoGive

Gli adolescenti del 2035 soffriranno ondate di caldo sette volte più frequenti rispetto ai loro nonni. Saranno esposti al doppio degli incendi, avranno il triplo delle possibilità di essere colpiti da esondazioni di fiumi e laghi e altrettante di vedere persa gran parte dei raccolti. Anche se le emissioni di CO2 cominciassero a diminuire domani mattina. È quanto emerge da una ricerca pubblicata da Save The Children nel 2021. L’Italia è tra i primi Paesi nei quali si insegna il climate change a scuola, ed è una cosa buona. La teoria però, si sa, in certi casi non basta. Da qualche anno un progetto nato da una professoressa di chimica in un Istituto superiore sta aggiungendo la pratica.  
Foto Pexels

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Chiara D’Urbano nella APP di CN

La forte fede degli atei

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons