Perché nessuno si senta scartato

Non cercava altro che chiarire la risposta di papa Francesco ai dubia di alcuni cardinali riguardo la situazione delle coppie omossessuali nella Chiesa, ma la Dichiarazione Fiducia supplicans, sottoposta all’esame e all’approvazione previa del papa, ha suscitato un gran polverone. In realtà era da aspettarsi una reazione forte. Non sono pochi i gruppi radicali nella Chiesa, sia “progressisti” che “tradizionalisti”, sempre pronti a fare le loro osservazioni e lanciare squalifiche. Non c’è qui lo spazio per un’analisi approfondita, ma può essere utile segnalare i germogli di luce che si trovano sotto l’ardita presa di posizione di Francesco.
La sede della congregazione per la dottrina della fede

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Chiara D’Urbano nella APP di CN

La forte fede degli atei

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons