100 metri dal paradiso

La favola di Verzillo sorride sull’idea pazza di don Paolini, monsignore del Vaticano, di far andare alle Olimpiadi atleti vaticani.
Una scena del film

La favola di Verzillo sorride sull’idea pazza di don Paolini, monsignore del Vaticano, di far andare alle Olimpiadi atleti vaticani. Ritmo snello nella commedia stile anni Cinquanta che con leggerezza e qualche tocco commosso racconta del giovane atleta Tommaso che vuol farsi frate mentre il padre, ex sportivo sfortunato, gli si oppone. Nell’intreccio spiritoso, allenamenti vaticani, cardinali, giri per il mondo a raccogliere ex campioni ora preti e suore. Si sorride, si pensa su Chiesa-sport, padri-figli, fratelli-sorelle, ecc. Attori giusti nel gioco di squadra.
Regia di Raffaele Verzillo; con Domenico Fortunato, Giorgio Colangeli, Jordi Mollà, Lorenzo Richelmy, Giulia Bevilacqua.

Valutazione della commissione nazionale film: consigliabile, semplice (prev).

I più letti della settimana

Auguri, don Matteo

Zuppi, una Chiesa che sta per strada

Esercizi di… scrittura

Ucraina, la battaglia del grano

Simple Share Buttons