“Tu in me e io in te”. Il ritmo dell’essere di/in Dio nell’ultima opera di Klaus Hemmerle

L’articolo esplora l’opera di Klaus Hemmerle, pubblicata postuma, Leben aus der Einheit, che raccoglie il frutto maturo del suo pensiero quale ouverture che segnala un nuovo inizio nel pensare «gli uni negli altri», secondo il ritmo trinitario di quell’amore consumato in unità che è Dio stesso vivente in mezzo a noi. L’Autore ripercorre innanzi tutto, in pochi tratti, il percorso intellettuale di Hemmerle alla luce dei temi della novità e dell’inizio, per cogliere in esso l’invito a un’ontologia che scaturisce dalla rivelazione di Dio Trinità in Cristo e la sua incarnazione nella storia. Identifica poi tre momenti della proposta di Hemmerle come altrettanti “movimenti” di una sinfonia dell’unità che trova il leitmotiv nel ritmo trinitario della reciprocità in un «Noi, che non dissolve l’io e il tu, ma li costituisce». Il primo movimento, in ascolto dei “segni dei tempi”, descrive il «fenomeno della nostra epoca»; il secondo, in chiave teoretica, delinea il dono e l’impegno alla “dilatazione dell’io penso” (moderno) ovvero «l’ingresso (dell’io) nello spazio della Trinità»; il terzo, infine, il “cammino” pratico che rende possibile questa novità, ovvero «ciò che viene dal Cielo, deve crescere dalla terra».
pierocoda

«Abbiamo parlato, in sostanza, di una cosa sola, e cioè della relazione trinitaria: tu in me, io in te. È questo il mistero. Se noi siamo l’uno nell’altro reciprocamente, noi siamo in Lui ed Egli è in noi. E così siamo uno nel Dio trinitario. Rimaniamo dunque in questa reciproca pericoresi, pensiamo gli uni negli altri e portiamoci gli uni gli altri. In questo modo il nostro cammino diventa un cammino comune con tutti. La Chiesa diventa una via, una via comunitaria in cui ci apriamo l’uno per l’altro in maniera tale che ciascuna e ciascuno di noi, nella propria quotidianità, possa far crescere qualcosa di questa meravigliosa comunione di vita trinitaria».



1. Ecco le parole con cui Klaus Hemmerle conclude Leben aus der Einheit, l’ultimo saggio, pubblicato postumo, che raccoglie e porge il frutto maturo della sua vita e del suo pensiero. Ma è una conclusione che ha tutto il sapore di una ouverture!

Sì, Leben aus der Einheit è come il canto del cigno di Hemmerle: la performance di un geniale compositore e direttore d’orchestra che esegue oggi, qui, per e con noi, una sinfonia il cui ritmo vuol riprodurre al meglio, nella sua intenzione, il ritmo trinitario di quell’amore consumato in unità che è Dio stesso vivente in mezzo a noi: «Tu in me, io in te. È questo il mistero».


[SCARICA IL PDF PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE]

I più letti della settimana

Aldo Giordano

Aldo Giordano, nunzio empatico

Matrimonio, divorzio e figli

Natale cancellato per decreto?

A proposito di Suicidio Assistito

Una comunità di leader

Ancora fratelli

Il critico interiore

Simple Share Buttons