Crisi, si può vivere come opportunità e occasione di crescita?

La crisi, sia essa esistenziale, economica, sociale, spirituale, fa parte della nostra vita, da sempre. Ne facciamo esperienza tutti. È possibile viverla come opportunità di cambiamento e di crescita nella vita di fede? Vivere la crisi come opportunità. Letture bibliche per comprendere il presente di Francesco Bianchini. La nostra proposta di lettura di oggi.    
la crisi
copertina del libro Vivere la crisi

Cosa significa crisi.

Il termine è sicuramente oggi tra i più diffusi. Ritorna spesso nella comunicazione sociale e nelle nostre conversazioni personali. Tanto da identificare la nostra epoca come un’età di crisi generalizzata. Crisi dell’economia, della politica, della famiglia, di identità, dell’ambiente. Etimologicamente con questa parola intendiamo “una perturbazione o improvvisa modificazione nella vita di un individuo o di una collettività, con effetti più o meno gravi e duraturi”. L’accezione è pertanto negativa.

La Bibbia come la legge e la interpreta?

Nel saggio “Vivere la crisi come opportunità”, (collana Attualità della Bibbia) Francesco Bianchini, docente di Esegesi del Nuovo Testamento alla Pontificia Università Urbaniana, ripercorre alcuni passi della Bibbia per far emergere l’idea di crisi del testo biblico.

Elia, Geremia, San Paolo ci mostrano come vivere le difficoltà.

Il profeta Elia è l’uomo che si si sente abbandonato da Dio, solo, debole. L’autore biblico dà voce al suo lamento. Il racconto del profeta Geremia è l’immagine delle difficoltà di un intero popolo che sta andando in rovina. Nel Nuovo Testamento San Paolo attraversa una conversione improvvisa che porta a una ristrutturazione totale dell’esistenza. Tre storie, tre personaggi che ci aiutano a capire come vivere e superare le difficoltà. Nel video che riportiamo di seguito Francesco Bianchini ci introduce alla lettura del suo testo.

 Cosa fare dunque?

Bianchini ci invita a “verificare prioritariamente noi stessi, evi­tando la facile tentazione di fuggire e di scaricare le responsa­bilità sugli altri […]. La vigilanza si esplica nel fare tesoro del tempo che il Signore dà da vivere perché esso è, come dice il testo greco, un kairòs, un’opportunità da non sprecare nono­stante tutte le difficoltà. Infatti, accettando lo specifico contesto dove si è chiamati vivere, si può comprendere quale sia la concreta volontà di Dio per ciascuno. Si tratta quindi di attuare un’operazione di discernimento che diventa possibile solo lasciandosi gui­dare dallo Spirito e che trova un ulteriore sostegno nella pre­ghiera e nella vita comunitaria”.

“Vivere la crisi come opportunità” si può acquistare sul sito di Città Nuova al 5% di sconto. Per acquisti dai 20 euro in su, le spese di spedizione sono gratuite. Per acquistare il volume clicca qui.

Buona lettura a tutti!

Leggi anche

Paternità
L’attesa del padre

L’attesa del padre

A cura di
Catechesi
Un cuore in azione 1

Un cuore in azione 1

Una iniziativa del Centro Evangelii Gaudium
Scuola per educatori pastorali

Scuola per educatori pastorali

di

I più letti della settimana

I miei segreti

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Amore e delusione

Amazon, un fenomeno da conoscere bene

Altri articoli

Con lo smartphone nei campi rom

In libreria

Gocce di Vangelo 17 aprile 2021

La scelta di Caparezza

Ripartiamo. Ok. Ma come?

Corridoi umanitari: una via sicura

Simple Share Buttons