Argentina, più di 90 morti: vacanze forzate e influenza suina

L’epidemia di influenza di tipo A (definita suina) sta praticamente paralizzando l’Argentina. Il governo ha deciso di approfittare della  festività nazionale del 9 luglio, per decretare un ponte per il giorno successivo in modo che queste minivacanze forzate possa contribuire ad evitare che la gente vada al lavoro e dunque si estenda l’epidemia. D’altra parte governative invitano a sospendere anche le attività turistiche in questi giorni

Le scuole del Paese sono già in vacanza fino al prossimo 3 agosto (nell’emisfero australe é pieno inverno) ed anche i tribunali hanno anticipato l’inizio delle ferie giudiziarie.

L’attività pubblica in questi giorni,quindi, cesserà completamente il governo ha invitato anche le imprese private a seguire le stesse misure precauzionali.

La capitale, Buenos Aires, solitamente attiva ed effervescente, in certe zone 24 ore su 24, appare in questi giorni quasi deserta.

Si stima che più di 100 mila persone sono rimaste contagiate nel Paese dall’influenza mentre oltre 70 sono i decessi accertati per il contagio.

Al momento le autorità sanitarie sperano che l’ auto reclusione in casa possa diminuire sensibilmente il diffondersi dell’epidemia.

(AB_Ciudad Nueva_Argentina_2009/07/08)

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons