Note di colore al chiostro di Lonato

Nella suggestiva cornice dell’abbazia benedettina di Maguzzano (Brescia), quaranta dipinti di Ettore Goffi saranno esposti dal 10 giugno fino a luglio
Ettore Goffi al lavoro (foto dell'artista)

Inaugura sabato 10 giugno alle 17 la mostra personale di Ettore Goffi, pittore e scrittore di Carpenedolo (BS), dal titolo “Note di colore nel silenzio maestoso del chiostro”. Ad ospitarla è l’abbazia benedettina di Maguzzano di Lonato del Garda (BS), dove saranno esposti una quarantina di dipinti da gustare – nelle parole dell’autore – lontano dalle distrazioni quotidiane, in un’oasi di pace e serenità affacciata sul lago.

Ettore Goffi al lavoro (foto dell’artista)

«La forza evocativa dell’arte si manifesta pienamente a contatto diretto con gli originali delle opere realizzate – afferma -, una condizione sempre più rara, sostituita spesso dalla comoda fruizione in modo virtuale che talvolta può indebolirla. Bombardati da immagini che scivolano veloci sugli schermi, abbiamo smarrito la buona abitudine di fermarci di fronte a quelle plastico-figurative, fissate sulla materia, appese alle pareti, di entrare in messe, d’immedesimarci nella creatività inedita, di scoprirla, di comteplarla»

Da segnalare in particolare il dipinto La donna in blu, utilizzato dagli Spedali Civili di Brescia per la Giornata mondiale della salute del seno, a sottolineare la connessione tra arte e impegno sociale.

Numerosi i commenti e impressioni che queste opere hanno ricevuto da parte di chi le ha già viste: La donna in blu in particolare ha suscitato il desiderio di stare «delle ore davanti a questa tela a contemplare il mistero racchiuso dentro al mondo della donna. [..] La realtà ai miei occhi spesso è avvolta dal buio e a volte, quando ne colgo più nitidamente i contorni, mi appare come un mare in tempesta. Ma quegli occhi vedono oltre quelle onde burrascose…le percepiscono come un manto mosso dal vento, dentro al quale sembrano trovare riparo».

L’inaugurazione si configura come un’autentica esperienza attraverso forme d’arte diverse, così come anche il titolo dell’esposizione lascia intuire: sarà infatti accompagnata dalle note del flauto traverso di Alessia Avona, e dalla recitazione di poesie di Rubina Valli ispirate ad alcuni dei dipinti esposti.

La mostra rimarrà aperta fino al 2 luglio il sabato e la domenica, dalle 10 alle 19.

I più letti della settimana

Chiara D’Urbano nella APP di CN

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons