In libreria

Le proposte di questa settimana vanno da un volume su origini, storie e segreti dei terremoti ai messaggi di Maria nelle apparizioni a Ida Peerdeman; da un viaggio tra le grandezze, le nefandezze e le ruberie dei luoghi d’arte e di storia italiani a un saggio di Chesterton su "L’età vittoriana nella letteratura"

Natura – L. Lupi/C. Meletti, “Terremoti. Origini, storie e segreti dei movimenti della Terra”, Silvana Ed., euro 20,00 – Uno spaccato scientificamente completo, rigoroso e aggiornato su uno degli eventi naturali più spaventosi che il nostro pianeta possa produrre, ma che è anche manifestazione della vitalità della Terra e della sua dinamicità. Ricco di foto e di mappe, il volume rappresenta soprattutto l’occasione per ampliare lo sguardo all’interno del mondo della prevenzione del rischio e condividere informazioni e riflessioni su tutte quelle azioni, tecnologie e pratiche che possono aiutarci a contrastare gli effetti dei sismi sulle persone e sui beni materiali.

Mariofanie – Lucia Amour, “Le apparizioni della Signora di tutti i popoli. Storia e messaggio”, San Paolo, euro 15,00 – Un esame psicologico aveva definito Ida Peerdeman persona del tutto normale, incapace però d’immaginazioni figurative, piuttosto realista e senza fantasia. Ecco lo strumento scelto dalla Madonna per inviare da Amsterdam  – tra il 1945 e il 1959 –  messaggi sui problemi presenti e futuri del mondo e della Chiesa, offrendo una via di salvezza e di pace per genti d’ogni razza, cultura e religione. Ben 56 volte la Madre di Gesù si è presentata come “Signora di tutti i popoli” a questa comune donna olandese. Vagliate attentamente dalla Chiesa, le apparizioni sono state riconosciute di origine soprannaturale nel 2002: in esse si svela l’intento di Maria di condurre il mondo verso una nuova Pentecoste.

Beni culturali– Luca Nannipieri, “Bellissima Italia! Splendori e miserie del patrimonio artistico nazionale”, Rubbettino/Rai Eri, euro 14,00 – Chiese, abbazie, palazzi affrescati, fontane, piazze, non sono lì a dirci cosa siamo stati, ma che cosa siamo. Guardare, conoscere, scoprire il patrimonio artistico dei luoghi in cui viviamo ci fa comprendere quanto possediamo in bellezza e splendore e quanto stiamo perdendo in violento degrado e cupo disinteresse. Questo libro è un viaggio tra le grandezze, le nefandezze e le ruberie dei luoghi d’arte e di storia italiani di cui siamo chiamati ad essere consapevoli custodi.

Letteratura– G. K. Chesterton, “L’età vittoriana nella letteratura”, Fuorilinea, euro 16,00 – In questo saggio del 1913, ora ripubblicato in Italia dopo un’assenza di 70 anni, il grande scrittore inglese sottolinea con l’acume e la brillantezza suoi propri che è stata la letteratura, con autori del calibro di Dickens e Stevenson, a infrangere il compromesso vittoriano, ossia quell’atteggiamento che negava, grazie anche allo scudo morale di quella filosofia spietata che è l’utilitarismo, l’esistenza di un diffuso disagio sociale nell’Inghilterra della seconda rivoluzione industriale. Con profetica lungimiranza egli intuisce che la ricerca ottusa del benessere ha portato a un «autunno spirituale» e a una «strana e fredda atmosfera di vacuità».

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons