Gli studenti a scuola antidroga

Dopo aver percorso più di 15 mila chilometri, raggiunto 65 città di 14 regioni, arriva nella capitale uno dei tre grandi motorhome impegnati nella Campagna nazionale itinerante d’informazione e prevenzione dall’uso di droga 2002-2003, O ci sei, O ti fai. Io voglio esserci, indetta dalla Presidenza del Consiglio. Mercoledì 18 settembre, il tir antidroga (15 metri di lunghezza, dotato di attrezzature multimediali, materiale informativo e supporti video e musicali) è presente a Roma in piazza Venezia, nell’ambito della celebrazione dello “School day”, alla presenza del presidente della Repubblica e del ministro dell’Istruzione. Una campagna di prevenzione chiara già dal suo claim: “O ci sei, O ti fai”. Un messaggio forte, diretto, che comunica ai giovani con grande semplicità che non esistono posizioni intermedie sugli stupefacenti. Quindi informazione, trasmissione d’esperienza, “dai ragazzi per i ragazzi”, perché trovino dentro di sé le motivazioni per vivere lontano dalla droga. Per questo, operatori dei tre motorhome sono ragazzi che hanno vissuto direttamente il problema della tossicodipendenza e ne sono usciti con successo. Una presenza nuova e importante, in grado di facilitare l’incontro, il dialogo con i giovani e di trasmettere i contenuti ed i messaggi della campagna, così com’è avvenuto nelle precedenti tappe del no drugs tour, in cui centinaia di ragazzi si sono avvicinati agli operatori. La campagna, la cui conclusione è prevista nel marzo 2003, è realizzata da 11 realtà di volontariato e privato sociale, attive nel campo del recupero della droga, dello sport, della cultura e dell’educazione. Telethon: la solidarietà nella busta della spesa Buste della spesa e prodotti natalizi contribuiranno alla nuova raccolta di fondi da destinare alla ricerca contro le malattie genetiche. Il presidente di Telethon, Susanna Agnelli, e l’amministratore delegato gruppo Rinascente settore alimentare, Benoit Lheureux, hanno definito a Roma un accordo di collaborazione, grazie al quale sarà possibile dar vita alla raccolta. Chi vorrà finanziare gli studi contro le malattie genetiche potrà scegliere fra tre modalità: Progetto Shopper. Dal 15 ottobre al 15 dicembre sarà possibile acquistare una busta per la spesa caratterizzata dal marchio Telethon insieme a quello di Sma, Cityper o Punto Sma) al prezzo maggiorato di 2 centesimi di euro, che verranno destinati a Telethon. I negozi, poi, verseranno a Telethon altri 2 centesimi di euro per ogni shopper venduto. Progetto prodotti natalizi. Dal 15 novembre al 31 dicembre, presso gli stessi punti vendita, saranno disponibili dei prodotti di marca il cui prezzo sarà parzialmente destinato a Telethon direttamente dai produttori. Progetto Telethon card. Dal 15 novembre al 31 dicembre, sarà possibile acquistare, presso le casse dei punti vendita, le Telethon card “Sma per Telethon”, tessere del comitato Telethon del valore di 5 euro ciascuna. Anziani: il 5 ottobre giornata della solidarietà Sabato 5 ottobre 2002 in 400 piazze italiane i volontari dell’Auser (associazione per l’autogestione dei servizi e la solidarietà) raccoglieranno fondi a sostegno delle attività e dello sviluppo del Filo d’Argento Auser, il telefono amico degli anziani che combatte solitudine e emarginazione. È stata scelta dall’Associazione per questa giornata la pasta biologica come simbolo, prodotto buono e sano della tradizione italiana, rispettoso della natura e della salute. Il Filo d’Argento, il servizio gestito dai volontari dell’Auser, è il telefono amico degli anziani per la solidarietà e i diritti, il suo scopo è di dare risposte concrete agli anziani soli e in difficoltà, alle famiglie: un punto d’ascolto, l’essere accompagnati dal medico o a ritirare la pensione, la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci, una persona amica con cui parlare. Dal 2 settembre è operativo in 30 città italiane il Numero verde del Filo d’Argento 800-995988 (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18), gratuito senza scatto alla risposta. I fondi raccolti serviranno per sostenere il Numero verde e far crescere i servizi forniti dal Filo d’Argento. 30mila euro per case agli immigrati La provincia di Rimini ha firmato un accordo per la promozione dell’offerta di immobili a uso abitativo a lavoratori immigrati. Ora si tratta di avviare un servizio di ricerca alloggi per immigrati, non necessariamente extracomunitari. L’accordo, sottoscritto da provincia, categorie economiche, sindacati e associazioni dei piccoli proprietari edilizi, avrà durata di cinque anni, con verifica annuale.

I più letti della settimana

Mattarella premia Paolo Siniscalco

Riposa in pace Federico

Stanchi sì, stressati no!

L’amore mantiene giovani

Molto più di un videogioco

Simple Share Buttons