Cancellato il debito

Mozambico, Guinea, Malawi, Uganda ed ora anche Tanzania. Così un altro passo è stato fatto verso la cancellazione del debito che alcuni paesi africani avevano con l’Italia. Anche Etiopia e Sierra Leone, si sono viste accordare una significativa riduzione di tale debito. Il prossimo anno toccherà alla Repubblica democratica del Congo per 420 milioni di dollari. L’Italia è uno dei pochi paesi che, aderendo alle intese multilaterali del “Club di Parigi”, ha scelto di adottare una linea di azzeramento dei debiti contratti con i paesi del Terzo mondo, andando oltre la soglia stabilita del 90 per cento. Con le firme apposte ai protocolli del ministro delle Finanze Basil P. Bramba e del senatore Mantica, ora per la Tanzania “si apre una nuova fase che permetterà al mio paese – ha detto Bramba – di investire le proprie risorse per combattere la povertà, sviluppando l’agricoltura, l’educazione, la salute, le infrastrutture e la lotta all’Aids”. Come un paese si mobilita Magnagolibero è un piccolo paese in provincia di Pordenone, che ha manifestato particolare interesse per i temi dell’immigrazione ed ha proposto anche quest’anno, nell’ambito dei festeggiamenti patronali di ottobre, alcuni momenti di riflessione. Presso il centro comunitario è stata inaugurata un’interessante mostra con un’ampia raccolta di costumi e prodotti dell’artigianato nel mondo. È seguito un pubblico dibattito sul ruolo delle donne, con la testimonianza di tre donne dell’Ecuador, del Ghana e del Marocco. Si sono esibiti inoltre alcuni gruppi musicali nell’ambito di una serata dedicata alla musica africana, asiatica ed europea. E tutto per dare continuità ad un progetto interculturale, avviato già da alcuni anni, che ha visto, tra l’altro, iniziative legate alla letteratura albanese ed alla cultura degli indiani d’America. Un segnale di accoglienza di alto valore civile ed educativo, nel quale sono state coinvolte anche le scuole. Malattie congenite Trasformare i più lieti eventi familiari in altrettante occasioni per aiutare la ricerca scientifica e la prevenzione nel delicato settore delle malattie congenite è quanto propone l’Asm, l’Associazione italiana per lo studio delle malformazioni, con una nuova iniziativa: le bomboniere della solidarietà, un piccolo cuore in argento, realizzato in esclusiva per festeggiare battesimi, prime comunioni e matrimoni. La donazione è di 6 euro per ciascuna bomboniera. Rivolgersi all’Asm, corso Italia 45, 20122 Milano, tel. 02/58430313, fax 02/58430188. C.R.

Leggi anche

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Altri articoli

Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Gocce di Vangelo 12 aprile 2021

Giordania, il re rassicura

La magia dei grandi balletti

Simple Share Buttons