Brevi solidarietà

NELLA TERRA DI GESÙ Vivere oggi a Betlemme L’Amu (Associazione mondo unito) sta portando avanti alcune azioni con lo scopo di creare occasioni di lavoro nel difficile contesto economico e sociale in cui si trovano a vivere gli abitanti del luogo natale di Gesù. Alcune, già avviate negli anni scorsi, vanno sostenute e rilanciate nel tempo, mentre ne sono sorte altre nuove. Tra queste, segnaliamo: L’autoscuola. Gestita dalle donne per le donne. Avere la patente è una necessità in queste zone e le donne, specialmente se musulmane, preferiscono imparare a guidare la macchina con istruttrici donne. Per renderla funzionante occorre poco: una macchina usata, seppure idonea alla scuola guida, ed alcune attrezzature didattiche. La serra. Nonostante il terreno agricolo attorno a Betlemme sia stato notevolmente ridotto dal muro e dai posti di blocco, e manchi tra i betlemiti una tradizione di coltivazione della terra, salvo quella degli ulivi, un architetto rimasto praticamente senza lavoro ha iniziato a coltivare con l’aiuto della famiglia un terreno di circa 2.800 metri quadrati a Betlemme/ Beit-Sahour. L’intento è avviare una produzione di ortaggi da vendere sul mercato locale, data la difficoltà di approvvigionamento. L’iniziativa è particolarmente opportuna, anche perché gli agricoltori che portano verdure dai piccoli centri vicini spesso hanno difficoltà ad entrare a Betlemme a causa dei posti di blocco. A motivo della grande escursione termica giornaliera, poi, è in progetto una piccola serra per ottenere una maggiore produzione degli ortaggi. La rete. Il sostegno di alcune famiglie di Betlemme in situazioni precarie ha avuto inizio nel 2003. Nel corso di quest’anno sono stati distribuiti aiuti a 31 famiglie in modo abbastanza continuativo, e ad altre 34 in modo saltuario, raggiungendo così un totale di circa 300 persone. L’aggravarsi della situazione non consente l’interruzione degli aiuti. L’azione avviene tramite una rete di rapporti che aiuta a capire in profondità i vari bisogni, ma soprattutto a portare attenzione e solidarietà, necessari almeno quanto gli aiuti economici. A ciascuna famiglia vengono forniti, finché c’è necessità, dei ticket da utilizzare per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti per l’igiene, con particolare riguardo alle necessità dei bambini e delle donne. Il contributo medio annuo per collaborare al sostegno di una famiglia di cinque, sei persone è di 660 euro. Per questa, come per le altre iniziative, rivolgersi a: Amu – Via di Frascati 342- 00040 – Rocca di Papa (Roma) – Tel: 06-9492170 email: amu@azionemondounito.org

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons