Appuntamenti

MOSTRE Ritratti e Figure Settanta tele, molte da collezioni private, dei maestri dell’Impressionismo – Seurat, Cézanne, Manet, Monet, Renoir, Pissarro – e degli “imitatori”italiani, in una rassegna originale incentrata sulla ritrattistica di una grande stagione. Ritratti e figure. Capolavori Impressionisti. Roma, Vittoriano, fino al 6/7 (catalogo Skira). Marino Marini e il teatro Come molti suoi contemporanei Marini ha frequentato mediante la sua arte il teatro, metafora della transitorietà della vita. Dagli arlecchini degli anni Venti e Trenta, ai danzatori degli anni Cinquanta, alla serie di grafiche sul tema del circo. E soprattutto la realizzazione delle scene e dei costumi per la Sacre du printemps di Igor Stravinskij per il Teatro della Scala di Milano nel 1972. La mostra si articola proprio attorno a questa esperienza teatrale. Marino Marini e il teatro. Pistoia, Palazzo del Tau, fino al 31/8. Bandiera dipinta Attraverso 80 dipinti viene documentata la presenza del Tricolore in centocinquant’anni di pittura italiana, con artisti quali Giovanni Fattori, Angelo Morbelli, Francesco Hayez, Domenico Morelli, Gioacchino Toma, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Renato Guttuso, ecc. Bandiera dipinta. Il tricolore nella pittura 1797-1947 italiana. Reggio Emilia, Chiostri di San Domenico, dal 22/3 all’8/6. Il Divino Infante La mostra pone maggiore accento sulle Marie Bambine, sorta di versione femminile del Divino Infante. I secoli di maggior “fortuna” di queste raffinate produzioni devozionali furono il Seicento e Settecento, quando il “genere” trovò ampio interesse non solo nell’Europa continentale ma anche in territori lontani, dalle Filippine al Brasile. Il Divino Infante. La Collezione Hiky Mayr. Parma, Palazzo Bossi Bocchi, dal 14/3 al 4/5. Casa Museo Boschi-Di Stefano Torna a vivere la splendida casa di due coniugi che hanno dedicato la loro vita all’arte. Attraverso le opere che Antonio Boschi e Marieda Di Stefano avevano scelto e collezionato, la Casa Museo apre uno scrigno ricco di capolavori del Novecento tra cui De Pisis, Carrà, Fontana, De Chirico, Morandi, Sironi. Casa Museo Boschi-Di Stefano, Milano, via Jan 15, dal mercoledì alla domenica h. 14,00/18,00, tel. 02/20240568. Wladimiro Tulli Oltre sessanta opere dedicate all’aeropittura futurista, fino ai lavori più recenti contrassegnati da quel lirismo magico di colore, di segno e di forme che è cifra costante di tutta la ricerca dell’artista marchigiano. Lirismi alchemici. Verona, Palazzo Forti, fino al 25/5 (Catalogo Marsilio Editore). Marianne Werefkin Raggruppate una sessantina di opere degli artisti gravitanti attorno alla Nkvm, la Nuova Associazione degli Artisti di Monaco, e del Blaue Reiter (Erbslöh, Kandinsky, Kandolt, Franz Marc, Münter, Salzmann, Troendle), di alcuni appartenenti al gruppo francese dei Nabis (Sérusier, Denis, ecc.), oltre che di alcuni dei loro veri e propri maestri (Kubin,Toulouse-Lautrec,Munch). Marianne Werefkin a Murnau, Arte e teoria, amici e maestri. Ascona, Museo comunale d’arte moderna, fino al 1°/6. Domenica Regazzoni Circa 40 opere originali: tecniche miste, tavole di legno rielaborate, sculture, opere su carta o tela, ispirate all’arte della liuteria. I materiali usati per le sculture sono l’abete e l’acero: legni da sempre privilegiati dai maestri liutai per la costruzione di violini e viole. Domenica Regazzoni: “Dal legno al suono”. Firenze, Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, dal 27/3 al 3/5. Maestà di Roma Rassegna imponente (oltre 700 pezzi) suddivisa in ben tre sedi, di forte impronta culturale, tesa a rimmettere in giusta luce i primi settant’anni dell’Ottocento romano, con la città centro di irradiazione culturale e artistica europea. Maestà di Roma. Da Napoleone all’unità d’Italia. Roma, Scuderie del Quirinale, Villa Medici, Galleria nazionale d’arte moderna, fino al 29/6 (catalogo Electa).

I più letti della settimana

Innamorati di Dio

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons