Migrazioni

Cutro, una Via Crucis in memoria delle vittime del naufragio

Lunedì 26 febbraio ricorre un anno dalla strage di Cutro, il naufragio avvenuto in acque italiane, a pochi metri della costa, in cui persero la vita 94 persone, 35 delle quali minorenni.

Protesters participate in the national demonstration of migrants
Circa un migliaio di persone partecipano alla Via Crucis diocesana organizzata a Steccato di Cutro dove un anno fa, il 26 febbraio del 2023, avvenne la strage di migranti causata dal naufragio di un'imbarcazione nella quale morirono 94 persone tra cui 35 minorenni, 18 febbraio 2024. Foto: ANSA / Giuseppe Pipita
Circa un migliaio di persone partecipano alla Via Crucis diocesana  organizzata a Steccato di Cutro dove un anno fa, il 26 febbraio del 2023, avvenne la strage di migranti causata dal naufragio di un'imbarcazione nella quale morirono 94 persone tra cui 35 minorenni, 18 febbraio 2024.   ANSA / Giuseppe Pipita
Commemorazione sulla spiaggia di Steccato di Cutro delle vittime del naufragio a sei mesi dalla tragedia, 26 agosto 2023.
ANSA/ GIUSEPPE PIPITA
Protesters participate in the national demonstration of migrants 'Not on our skin!' against the Cutro Decree on the new rules of the Italian Government on immigration and asylum, in Rome, Italy, 28 April 2023. The 'Cutro Decree', which aims, among other proposals, to limit the special protection status, which is typically granted to asylum seekers in Italy, comes in the wake of the Cutro shipwreck that claimed the lives of least 94 migrants on 26 February. The decree is expected to be converted into law on 09 May. ANSA/ANGELO CARCONI
Protesters participate in the national demonstration of migrants 'Not on our skin!' against the Cutro Decree on the new rules of the Italian Government on immigration and asylum, in Rome, Italy, 28 April 2023. The 'Cutro Decree', which aims, among other proposals, to limit the special protection status, which is typically granted to asylum seekers in Italy, comes in the wake of the Cutro shipwreck that claimed the lives of least 94 migrants on 26 February. The decree is expected to be converted into law on 09 May. ANSA/ANGELO CARCONI
Protesters participate in the national demonstration of migrants

La tragedia era avvenuta il 26 febbraio 2023, a poche decine di metri dalla costa di Steccato di Cutro, quando nel cuore della notte un barcone partito dalla Turchia con almeno 180 migranti si era arenato su una secca. La forte marea finì per rovesciare e distruggere l’imbarcazione, provocando quasi un centinaio di morti.

Domenica 18 febbraio 2024, ad un anno dall’accaduto, si è svolta una Via Crucis in memoria delle vittime, in presenza dell’arcivescovo di Crotone, monsignor Angelo Panzetta, del sindaco Antonio Ceraso e dell’imam della moschea di Cutro, Mustapha Achik. Un migliaio di persone hanno partecipato alla commemorazione, camminando dietro alla croce costruita col legno della barca naufragata. L’ultima stazione è stata il punto esatto della spiaggia in cui è avvenuto il naufragio. «Intorno a noi si crei un clima di accoglienza, fraternità, rispetto e amicizia», ha esortato il vescovo Panzetta.

Alla Via Crucis era presente Vincenzo Luciano, il pescatore che per primo soccorse i naufraghi, che ha fatto un appello ai governanti: «Quelli che partono sono nostri figli, sono uguali a noi, impariamo a essere più umani».

Foto Ansa

Guarda anche

Esteri
La Russia alle urne

La Russia alle urne

di
Mondo
Al via a Dubai la Cop 28

Al via a Dubai la Cop 28

di

I più visti della settimana

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons