Esteri

Draghi: “Italia al fianco della Libia per la transizione”

La collaborazione tra il Governo di unità nazionale libico di Abdelhamid Dabaiba, oggi in visita a Roma con una delegazione, e l’Italia, è «sempre più fertile e sempre più viva».

Italian Prime Minister Mario Draghi, right, and Libyan Prime Minister Abdulhamid Dbeibeh shake hands at the end of their meeting at Chigi palace, Premier's office, in Rome, Monday, May 31, 2021. (AP Photo/Gregorio Borgia, Pool)
Libyan Prime Minister Abdulhamid Dbeibeh delivers his statement at the end of a meeting with Italian Prime Minister Mario Draghi at Chigi palace, Premier's office, in Rome, Monday, May 31, 2021. (AP Photo/Gregorio Borgia, Pool)
Italian Prime Minister Mario Draghi, right, and Libyan Prime Minister Abdulhamid Dbeibeh deliver their statements at the end of their meeting at Chigi palace, Premier's office, in Rome, Monday, May 31, 2021. (AP Photo/Gregorio Borgia, Pool)
Italian Prime Minister Mario Draghi, right, and Libyan Prime Minister Abdulhamid Dbeibeh shake hands at the end of their meeting at Chigi palace, Premier's office, in Rome, Monday, May 31, 2021. (AP Photo/Gregorio Borgia, Pool)

«L’Italia rimane al fianco della Libia e conferma il suo convinto impegno per il consolidamento della pace e della sicurezza. Ribadiamo la nostra determinazione a collaborare con l’autorità esecutiva unificata ad interim e a sostenerla nelle prossime decisive fasi della transizione istituzionale». Sono queste e parole del presidente del Consiglio Mario Draghi dopo l’incontro con il premier libico Abdul Hamid Dbeibah, oggi in visita a Roma con una delegazione.
«Incoraggiamo tutti gli attori libici a proseguire lungo il percorso intrapreso»,ha proseguito il presidente del Consiglio, che ha specificato gli obiettivi alla base dell’intesa: un cessate il fuoco duraturo, la riunificazione delle istituzioni politiche in Libia e la tenuta delle elezioni di fine anno «per un processo di riconciliazione nazionale».

Infine il nodo più spinoso, la questione umanitaria. «Ci siamo confrontati sui temi migratori e umanitari, che rappresentano una priorità per la Libia e per l’Italia», ha dichiarato il presidente del Consiglio. «Abbiamo preso in esame il controllo delle frontiere libiche, anche meridionali, il contrasto al traffico di esseri umani, l’assistenza ai rifugiati, i corridoi umanitari, e lo sviluppo delle comunità rurali».

Guarda anche

Esteri
Cuba e Haiti: Caraibi in fiamme

Cuba e Haiti: Caraibi in fiamme

di
Politica
Brutte notizie per Puidgemont

Brutte notizie per Puidgemont

di

I più visti della settimana

Esteri
Cuba e Haiti: Caraibi in fiamme

Cuba e Haiti: Caraibi in fiamme

di
Esteri
E’ crisi politica in Perù

E’ crisi politica in Perù

di
Simple Share Buttons