Libri

Giobbe e l’eccesso del male (con un contributo di Emmanuel Levinas)

Copertina Giobbe e l’eccesso del male
Collana
Idee -Sez.Filosofia
Idee -Sez.Filosofia,Antropologia
Anno
2009
Isbn
9788831101639
Pagine
176 - BROSSURA
Argomento
Filosofia

Il Libro di Giobbe è uno dei testi della Bibbia dove è più evidente la distanza tra la Rivelazione e la cultura antica. Per gli uomini dell’antichità la spiegazione del male che si accanisce sull’uomo è chiara: subisce il male colui che lo compie; merita la felicità chi rispetta obblighi e regole divini. Per Giobbe il male, poiché non è giustificabile con alcun pensiero umano, segnala un “Altro dal mondo” che Giobbe scopre come il Dio creatore e salvatore, un Dio che ha provato l’uomo con il male perché ha bisogno di lui per completare la Creazione. Il Libro di Giobbe si rivela così uno dei “luoghi” dove si compie la rivoluzione etica ed escatologica della Bibbia, l’elaborazione di una morale assolutamente nuova, quella della compassione o dell’amore, per la quale il male non è tollerabile, per la quale, per questa ragione, il senso della vita umana non può essere ormai che di lottare contro il male anche al di là della morte, intraprendendo una visione messianica della Storia. Nel volume viene pubblicato il contributo sul tema di Levinas Trascendenza e Male (1978).

Euro18,00

Nella stessa collana (33)

Articoli correlati

Editoriale

Simple Share Buttons