Spiritualità

Il Vangelo del giorno, quando dalla vita vuoi di più

Un invito alla lettura della rivista “Il Vangelo del giorno”, uno strumento per aggrapparci all’essenziale e dare un senso alla routine. Ecco alcune novità del numero di gennaio-febbraio

Non è una lettura come le altre, quella del Vangelo, è uno spazio da conquistare e da custodire. Per questo la nostra proposta di approfondire la Parola quotidiana è pensata con passione e dedizione per offrire sfumature sempre diverse a brani già letti e meditati. Un arricchimento che pensiamo possa venire soprattutto dalla condivisione di esperienze di vita e di profili di testimoni già agli onori degli altari o che sono fonte di ispirazione per tanti.

Sul prossimo numero di gennaio-febbraio, ad esempio, proponiamo la vita di san Carlo da Sezze (Latina), che «per spirito di umiltà non volle essere sacerdote, preferendo rimanere religioso converso. Fu in numerosi conventi del Lazio come cuoco, ortolano, portinaio, questuante e sacrestano. A una intensa vita interiore e contemplativa unì una instancabile attività caritativa e apostolica, che lo condusse a Urbino, Napoli, Spoleto e in altre città. Nonostante gli scarsi studi, ebbe doni di scienza straordinari con i quali realizzò una vasta produzione di opere ascetico-letterarie. Fu consigliere dei papi Alessandro VII e Clemente IX. Innamorato del Santissimo Sacramento, davanti al quale trascorreva ore in adorazione, si tramanda che il suo cuore rimanesse indelebilmente trafitto da un raggio di luce emanato dall’Ostia santa».

Oppure conosciamo Gianluca Firetti, un ragazzo normale, finché «nel dicembre 2012, a 18 anni, quando studia per diventare perito agrario, si ammala di tumore (un osteosarcoma). E qui tutto cambia nella sua vita: il rapporto con Dio, con la sua famiglia e con gli altri. Gianluca accetta la propria situazione e racconta la sua profonda esperienza di cristiano mostrando come nella lotta si diventa del tutto uomini. Durante la malattia, infatti, avviene il suo vero incontro con Gesù. Gianluca si rivede in lui appeso a una croce: è la vita che si manifesta in pienezza proprio quando sta per finire. Tramite amici comuni incontra don Marco D’Agostino, con lui parla del Signore, diventa a sua volta lampada per quel sacerdote che si “converte” davanti a un ragazzo con meno della metà dei suoi anni e che muore il 30 gennaio 2015».

L’invito è a lasciarci conquistare e trasportare, come hanno fatto i ragazzi della II E del liceo classico Giulio Cesare di Roma, che per noi hanno curato le note bibliche al Vangelo di gennaio, supervisionati dal loro docente Rocco Salemme.

  • Per leggere la rivista “Vangelo del giorno” occorre essere abbonati. Per maggiori informazioni clicca qui 

          Per acquistare la singola copia a 5 euro più spese di spedizione, contattare abbonamenti@cittanuova.it

Per voi leggiamo un commento al Vangelo di febbraio (mercoledì 3 febbraio), scritto da Stefania Papa, docente di Ecologia presso l’Università Luigi Vanvitelli di Caserta.

Ascolta anche

I più ascoltati della settimana

Simple Share Buttons