Un gioco per bambini… e per grandi

Un gioco molto semplice, che racchiude un senso molto profondo: quello dell'amore familiare, dell'esserci per l'altro. Una storia tratta dal Vangelo del giorno.
Fonte; Pexels

Quando i figli erano piccoli, con loro avevo in­ventato un gioco: mettere una caramel­la in un cesto ogni volta che facevano un gesto d’amore. Ora sono grandi e hanno famiglia.

Un giorno il mio primogenito mi rac­contò come quel gioco per lui fosse tornato attuale: metteva infatti in un cestello una caramella tutte le volte che riusciva a superare un ostacolo con la moglie, quando frenava uno scatto di rabbia, quando sapeva accogliere un suo pensiero del tutto contrario al pro­prio, quando sbrigava un lavoro trascu­rato da lei, quando invece di giudicarla la ascoltava con attenzione…

Accortasi degli andirivieni di quello strano cesto dalla cucina alla sala, la moglie fu curiosa di scoprirne il signi­ficato. Dopo un po’ lui glielo confidò e lei, toccata dai trucchi che il marito usa­va per volerle bene, volle partecipare allo stesso gioco. Ne risultò una nuova impostazione della vita familiare, tanto che col tempo vennero coinvolti anche figli. Quel gioco per bambini si era rive­lato importante anche per i grandi.

F.Z. – Francia

I più letti della settimana

Esercizi di… radicamento

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Simple Share Buttons