fbpx

Torna a Roma il Villaggio per la Terra

Associazioni, istituzioni civili e ecclesiali insieme per la cura del Creato

È un luogo di incontro fra realtà diverse che si confrontano su temi di interesse comune, con obiettivi chiari: la cura della terra, intesa come casa comune dei popoli; la cura dell’uomo, che la abita ed è chiamato a custodirla; la cura di tutto l’uomo, nelle sue dimensioni fisica, psicologica, sociale e spirituale; la cura di tutti gli uomini, ad ogni latitudine e in ogni condizione.

img-20190414-wa0000

Il Villaggio per la Terra, promosso da Earth Day Italia e dal Movimento dei Focolari, giunto alla quarta edizione, dal 25 al 29 aprile al Galoppatoio di Villa Borghese e sulla Terrazza del Pincio a Roma, si offre come contributo alla realizzazione dei 17 obiettivi fissati dall’Agenda Onu per il 2030 e all’attuazione dei principi espressi da papa Francesco nella Laudato si’. Proprio il santo padre, intervenendo alla prima edizione del Villaggio, nel 2016, aveva incoraggiato i presenti a perseverare nell’impegno di «trasformare i deserti in foreste», con riferimento non solo ai luoghi fisici ma anche ai tanti luoghi umani dove manca la vita, l’accoglienza e la cura, il dinamismo che nasce dall’incontro fra realtà molteplici e variegate. La parola chiave è “sinergia”, che trova applicazione nella riflessione e nell’impegno contro la povertà, le disuguaglianze, la fame e il cambiamento climatico, e per la salute, l’istruzione, la parità di genere, l’energia rinnovabile, l’occupazione e la crescita economica. E poi per l’innovazione, il consumo responsabile, la pace e la giustizia, la creazione di città sostenibili e la tutela di flora e fauna.

Intono a questi temi il Villaggio propone 17 “piazze”, dove associazioni, editori, gruppi e scuole, ma anche famiglie, singoli partecipanti e curiosi, potranno informarsi e dialogare prendendo parte a talk, laboratori, mostre, eventi culturali e sportivi.

Cinque talkshow prenderanno spunto dalle cosiddette 5P della sostenibilità: Peace, Prosperity, Planet, Partnership, People. Il dibattito sulla pace – organizzato in collaborazione con il Cortile dei Gentili (Pontificio Consiglio della Cultura), #BeAlive e Sportmeet – userà lo sport come ambito di riflessione sulla contrapposizione fra conflitto e rispetto, per il superamento delle barriere fisiche, etniche, culturali e religiose.

Di prosperità si parlerà come frutto dello sviluppo sostenibile in ambito economico, finanziario, ambientale e sociale, e di un concetto di innovazione che mette al centro la persona. Al dibattito – organizzato insieme con l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) – parteciperanno manager, decision maker e giovani universitari.

Il talk sul pianeta – a cui partecipa l’Università Cattolica di Roma – si focalizzerà sulla relazione fra clima e salute alla luce della Carta Internazionale di Roma sul tema, che esprime raccomandazioni e suggerisce azioni ai decisori politici.

Al tema dell’Amazzonia è dedicato il talk che più degli altri apre il Villaggio ad una prospettiva internazionale. La vasta regione del Sudamerica, simbolo della biodiversità ambientale ed etnico-culturale, è pensata in antitesi al concetto di omologazione, e ispira il rafforzamento di una partnership globale per la tutela della diversità. Promosso insieme al Cortile dei Gentili (Pontificio Consiglio della Cultura) come contributo di riflessione in vista del prossimo Sinodo dei Vescovi sull’Amazzonia – in ottobre – lo spazio vedrà la presenza del Card. Lorenzo Baldisseri, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, e la partecipazione dell’Università Cattolica di Rondonia, in Brasile, della Custodia di Amazzonia dei Frati Cappuccini umbri e di Survival International. Un approfondimento curato da EcoOne, Greenaccord e Global Catholic Climate Movement precederà il talk.

Il tema amazzonico sarà sviluppato nell’intera giornata del 27 aprile con docenti e universitari di popolazioni indigene dell’Amazzonia portati a Roma da Scholas Occurrentes, la rete educativa internazionale creata in Argentina dall’allora cardinale Bergoglio.

I giovani delle scuole primarie e secondarie saranno i protagonisti del talk “People”, tappa del Festival di Educazione alla Sostenibilità che si terrà nell’ambito del Villaggio. Giocando sul contrasto tra custodia e possesso, i ragazzi si confronteranno sulla necessità di promuovere una cultura che rimetta al centro il bene comune. Il workshop intitolato Stati Generali dell’Ambiente dei Giovani offrirà riflessioni che 200 ragazzi porteranno all’attenzione del Parlamento Europeo.

Proprio i giovani, in prima linea nell’impegno per la tutela dell’ambiente, saranno gli interlocutori privilegiati del Villaggio. Facendo seguito al Sinodo dei vescovi sui Giovani, nell’ottobre scorso, e alla Giornata Mondiale della Gioventù, a gennaio, il Villaggio vuole essere per loro uno spazio di ascolto: dare voce alle istanze dei giovani significa aprirsi a idee, proposte e metodi nuovi.

Per loro sono previsti spazi dedicati in funzione dell’età. Il Villaggio dei bambini introdurrà i più piccoli alle meraviglie della natura e alla necessità di adottare comportamenti virtuosi per proteggerla: dal Parco della Biodiversità dei Carabinieri Forestali, alla Pompieropoli dei Vigili del Fuoco, dalla sala sismica mobile con gli esperimenti su vulcani e terremoti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, al Planetario gonfiabile dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Il Villaggio Teens offrirà workshop di scienza, natura, legalità, dialogo, attività sportive e laboratori sull’obiettivo #famezero a cura dei Ragazzi per l’unità. Il mondo dell’università e dei giovani innovatori è coinvolto con workshop, corsi di formazione e incontri sul tema “Educhiamoci alla Sostenibilità. Community engagement e service learning”.

Ricco anche il programma del Villaggio Sport4Earth che inizia il 25 aprile con la Prima Giornata Diocesana dello Sport voluta dal Vicariato di Roma, con gli Oratori romani, il Centro Sportivo Italiano e l’Azione Cattolica diocesana. Realizzato con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, il Coni e il Comitato Italiano Paralimpico, e con la partecipazione di decine di federazioni e associazioni sportive, Sport4Earth offrirà la possibilità di praticare gratuitamente decine di giochi e attività sportive, assistere a tornei e performance di grandi campioni. Il Villaggio sarà inoltre teatro del Campionato italiano a squadre di Tiro con l’Arco.

Non mancherà un programma artistico gratuito, come tutto quanto offerto dal Villaggio. Si parte il 22 sulla terrazza del Pincio con il Concerto per la Terra, in concomitanza con la 49.ma edizione dell’Earth Day. Saliranno sul palco tra gli altri Carmen Consoli e Marina Rei, e street artist si esibiranno in un live painting sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Il 24 aprile sarà la volta del Concerto “Life” della band internazionale Gen Rosso. Numerosi gli spazi dedicati a musica, danza, teatro, letture. Il Cinema per la Terra proporrà una rassegna di film “green”.

Anche quest’anno il Gruppo Editoriale Città Nuova sarà presente al Villaggio per la Terra con numerosi appuntamenti. Si inizia giovedì 25 aprile con la  Presentazione del Dossier Tradizioni di Moni Ovadia, Izzedine Elzir e Brunetto Salvarani e dell’esperienza di pace e fraternità fatta nel quartiere romano di Centocelle. Di dialogo tra cristiani e musulmani si parlerà con riferimento alla rivista Nuova Umanità edita da Città Nuova.

Spazio alla psicologia con Pasquale Ionata e il libro “Accogli ciò che è – Quando la realtà diventa terapia”, il 25 aprile. Domenica 28 l’autore si confronterà sul testo con i giovani.

Per la collana narrativa di Città Nuova, i presenti potranno ascoltare tre letture interpretate e accompagnate da performance musicali: Non dimenticar le mie parole” di Maristella Galli, il 25 aprile; “Meraviglioso. Storia d’amore nella Terra dei Fuochi” di Aurelio Molè e don Maurizio Patricello, parroco nel napoletano, il 27 aprile; “Il viaggio di Mohamed” di Salvatore D’Antona, il 28 aprile. Sul tema della Terra dei Fuochi Aurelio Molè incontrerà lunedì 29 aprile, ultimo giorno del Villaggio, alcuni liceali che hanno letto il libro.

Non mancherà una riflessione sull’Europa con due appuntamenti: il 25 aprile adulti e giovani si confronteranno sul tema “Tutto quello che avreste voluto sapere sul futuro dell’Europa e che solo la rivista Nuova Umanità ha avuto il coraggio di scrivere” con il direttore Alberto Lo Presti. Il 27 e il 28 aprile saranno poi i giovani redattori della rivista Teens – per l’occasione presentata al pubblico – a parlare delle loro aspettative di fronte al sogno europeo.

La politica internazionale trova posto al Villaggio anche il giorno 28 con uno spazio sul Dossier Disarmo, a cura di Carlo Cefaloni, sul tema “La mozione Assisi e lo scandalo delle bombe italiane sullo Yemen”. Sarà presentata la mobilitazione delle città italiane per bloccare la fornitura di armi alla coalizione saudita che bombarda lo Yemen. Iniziative che rientra nell’impegno per il disarmo e la riconversione economica del Movimento dei Focolari.

Con Mario Dal Bello, autore di “Quando un Papa si dimette – La storia di Celestino V”,  il 26  e 28 aprile sarà tracciato un percorso dalle dimissioni di Benedetto XVI, nel 2013, a quelle del più celebre gran rifiuto della storia.

A cura della rivista Big, dedicata ai bambini, saranno offerti tre appuntamenti. Un momento di confronto sul tema “La bellezza dell’educare. Un tuffo nel mondo dei bambini e dei ragazzi”, con  l’intervento di Ezio Aceti e Maria Mazza dell’Associazione CostituiAMO, il 27; e due laboratori, uno sulla cittadinanza attiva, il 27, e sulla cura della natura, il 29.

Per condividere le buone pratiche, il 27 aprile sarà raccontata un’esperienza concreta di amicizia e vicinanza con le persone emarginate che vivono nelle stazioni ferroviarie di Ostiense e Tuscolana, a Roma. L’esperienza è pubblicata sulla rivista mensile Città Nuova.

Un laboratorio di dialogo sulla figura del padre oggi, con la presentazione di un Dossier sul tema, sarà proposto domenica 28. Nello stesso giorno sul Dossier Carcerati interverranno gli autori.

Ulteriori dettagli sugli orari e le “piazze” che ospiteranno gli appuntamenti del Gruppo Città Nuova sono disponibili su https://romaamor.org/2019/04/11/citta-nuova-al-villaggio-per-la-terra-2019/

Al Villaggio troverà spazio infine la campagna #4women4earth per sensibilizzare alla lotta contro la violenza sulle donne e a sostegno della parità di genere.

Il programma dell’evento (su www.villaggioperlaterra.it) è però in continua evoluzione, ogni giorno realtà nuove desiderano partecipare per condividere e confrontarsi: la cura della terra e dell’uomo è una priorità comune.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons