Sulle orme di Giorgio La Pira

Nei prossimi mesi alcuni appuntamenti raccoglieranno allievi, estimatori, amici, giovani e meno giovani, all'insegna del pensiero e della vita del "professore", come tanti amano ricordarlo
Veduta di Firenze - Foto di sonofgroucho

In nome di quello che per alcuni allievi è affettuosamente "il professore", mentre per tanti "il sindaco santo", si avvicinano a larghi passi alcune tappe di rilievo degne di nota per quanti, più o meno giovani, hanno avuto ed hanno a cuore la memoria e l’attualizzazione del pensiero di questo padre costituente, «fiorentino di sangue siculo». 

In ordine di tempo, menzioniamo innanzitutto il Campo internazionale organizzato dall’Opera per la gioventù Giorgio La Pira di Firenze. Come ogni anno, dal 6 al 17 agosto avrà luogo al villaggio "La Vela" di Castiglione un’occasione formativa di ampio respiro. Si tratta di un periodo di vacanza scandito da momenti di formazione e di svago, ma soprattutto di condivisione e di preghiera, individuale o comunitaria, secondo le diverse sensibilità spirituali presenti, atto a costruire una cultura dell’unità nella diversità delle origini, secondo la vocazione ad essere «famiglia umana» verso cui La Pira protese il suo impegno. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’Opera Giorgio La Pira di Firenze.

Si avvicina anche un’altra importante iniziativa, Spes contra Spem, organizzata per il 4 e 5 Ottobre dalla Fondazione Giorgio La Pira. Si tratterà del primo appuntamento nazionale nel nome di Giorgio La Pira, per il quale la Fondazione invita a Firenze le associazioni, i circoli e i gruppi intitolati a La Pira, nonché gli amici interessati: un’iniziativa di condivisione delle esperienze di ciascuno nel segno di san Francesco, occasione per una riflessione su un impegno comune nel nome del “professore”. Tutti gli interessati potranno far pervenire informazioni attraverso i molteplici canali della Fondazione, compreso ovviamente l'indirizzo email fondazionelapira@gmail.com.

Di grande rilievo anche l’anniversario dei 35 anni di una realtà che tanto ha dato e tanto continua ad offrire secondo il carisma dell’accoglienza e della formazione integrale della persona, tanto caro a Giorgio La Pira. Parliamo del Centro internazionale studenti di Firenze, intitolato proprio “Giorgio La Pira”, che vedrà pubblicare una rivista che raccoglierà non solo gli aspetti salienti delle sue origini, radicate nell’intuizione di Chiara Lubich e del cardinale Benelli, entrambi vicini a La Pira, ma anche ricordi di figure di passaggio e la testimonianza di tanti giovani provenienti dai più disparati Paesi, sostenuti nel loro passaggio di stanza in Toscana.

Non sfugga tuttavia l’ambizioso lascito politico di La Pira: dalla condivisione tra la Fondazione La Pira e i giovani dell'Opera La Pira ha preso vita a Firenze un seminario di formazione "Per credere ancora nella politica", destinato ai giovani e da essi stessi coordinato. A fronte di un scenario politico e sociale contemporaneo non certo rassicurante, ma sospinto dalla convinzione che la politica possa essere ben diversa da quella vista negli ultimi vent’anni, il percorso invita i giovani interessati a mettersi di nuovo in gioco, partendo dal presupposto che le crisi siano portatrici di cambiamento quando si è in grado di raccogliere la sfida dell’attualità. Anche in questo caso, maggiori notizie sono disponibili sul sito della Fondazione Giorgio La Pira.

I più letti della settimana

Al servizio o al potere

Simple Share Buttons