Messico: “Vivos se lo llevaron y vivos los queremos”

Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage
Messico. Crisi politica dopo la strage

"Vivi li avete presi e vivi li rivogliamo!" Si allarga in Messico la protesta popolare dopo l’ultimo caso che ha confermato il legame tra settori dell’amministrazione, politici e organizzazioni criminali. Lo scorso 26 settembre numerosi studenti  e insegnanti della Normal Rural di Ayotzinapa stavano raccogliendo fondi a Iguala per partecipare alla marcia commemorativa della strage del 2 ottobre 1968 a Città del Messico, ma 43 di loro non sono più tornati a casa e sono stati fatti sparire nel nulla dal governo di Iguala in stretta collaborazione con i cartelli del narcotraffico. Sono oltre 27 mila gli uomini e le donne fatti sparire in Messico negli ultimi anni, di questi nessuno è stato ritrovato.


È nata anche la campagna internazionale di protesta "Vivos se lo llevaron y vivos los queremos" per chiedere l'istituzione di una Commissione Indipendente per il Messico intesa a ottenere verità e giustizia per i 43 studenti scomparsi e per tutti i 27 mila desaparecidos. In Italia l’appuntamento promosso da Libera è fissato per il 26 novembre alle 16 davanti la sede dell’ambasciata messicana  in via Lazzaro Spallanzani 16 e davanti alle prefetture di Torino, Napoli, Bari, Palermo, Bologna, Pisa e Firenze.

Guarda anche

Diritto
Italiano come me

Italiano come me

di
Diritto
Lo sguardo delle madri di Srebrenica

Lo sguardo delle madri di Srebrenica

A cura di
Diritto
Il rito della Corte

Il rito della Corte

di
Diritto
Sangue sulle elezioni in Messico

Sangue sulle elezioni in Messico

I più visti della settimana

Simple Share Buttons