LoppianoLab per i giovani con il Gen Verde

Ci sarà anche la band internazionale Gen Verde alla settima edizione di LoppianoLab con cinque workshop e una performance, tutti dedicati ai giovani. Alla scoperta di talenti e potenzialità relazionali, oggi strumenti imprescindibili per costruire città e società in dialogo. L'intervista alla band in un video
Gen Verde e giovani a LoppianoLab 2016

LoppianoLab 2016 è young. La settima edizione, dal titolo “Powertà. La povertà delle ricchezze e la ricchezza delle povertà” (Loppiano, 30 settembre – 2 ottobre) offre infatti ampio spazio alle nuove generazioni. A guidare i laboratori a loro dedicati saranno delle coach d’eccezione: le 21 artiste del Gen Verde, band internazionale che, accanto a concerti e spettacoli, da anni realizza in tutto il mondo workshop artistici per giovani dai 14 ai 25 anni. Attraverso teatro, danza, canto e percussioni i ragazzi vengono guidati alla scoperta e al potenziamento dei propri talenti – spesso nascosti o ancora inespressi – e delle proprie capacità relazionali.

 

Momento conclusivo di questo percorso di lavoro sarà la performance di sabato sera 1 ottobre nell’Auditorium di Loppiano quando i giovani saliranno sul palco accanto alle artiste, offrendo al pubblico di LoppianoLab il prodotto delle loro sessioni di studio e impegno.

Per visualizzare il video clicca qui.

È già possibile prenotarsi indicando il workshop prescelto.
Per informazioni: adriana.martins@genverde.it
Per prenotazioni: 055.90.51.102 – loppianolab.accoglienza@loppiano.it

Leggi anche

Libri per bambini
La magia dei grandi balletti

La magia dei grandi balletti

di
Danza in streaming
Il magico mondo di Federico Fellini

Il magico mondo di Federico Fellini

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Come essere autentici

Altri articoli

Giordania, il re rassicura

La magia dei grandi balletti

Gocce di Vangelo 10 aprile 2021

Il prezzo del potere

Draghi, la Libia e i migranti

Simple Share Buttons