Libri

Frammenti di una storia dell’empietà

Copertina Frammenti di una storia dell’empietà
Collana
Opere complete di A.Rosmini
Anno
2019
Isbn
9788831190619
Pagine
208 -
Argomento
Filosofia
Teologia

Nel 1834 vengono pubblicati, con il titolo Frammenti di una storia della empietà due saggi incentrati sullo studio critico delle posizioni di Benjamin Constant e dei Sansimoniani in materia di religione. In essi Rosmini analizza il proliferare di seducenti e apparentemente nuove dottrine religiose provenienti dalla Francia, tendenzialmente anticattoliche, che portavano il germe pericolosissimo dell’eresia, e presentavano, pur sotto la maschera di concetti ormai di moda, quali quelli dell’eguaglianza, della fratellanza e della libertà, innegabili vizi riconducibili ad una più che conclamata gnosi spuria. Rosmini, che pur non ebbe mai il timore di leggere scritti di autori affiliati alla massoneria, che proliferavano in quegli anni, era convinto che servisse mettere ben in chiaro dove si nascondesse l’empietà degli asserti sostenuti da costoro. Molte delle teorie elaborate in questo clima, infatti, si concentravano sulla proposta di una presunta “nuova visione religiosa”, che avrebbe dovuto soppiantare il Cristianesimo e, in modo particolare, il Cattolicesimo, presentato dai suoi nemici come ingombrante, inutile e contrario al progresso dell’intera umanità.

Euro 34,00 40,00

Nella stessa collana (60)

Articoli correlati

Simple Share Buttons