CN+

Libia: due passi avanti e uno indietro

Dopo il summit di Berlino di gennaio 2020, il cessate il fuoco di ottobre e le trattative in corso in varie sedi, il complesso cammino verso la ricomposizione del conflitto libico sembra complessivamente procedere, salvo prevedibili contestazioni e ostacoli.
Il generale libico Haftar, foto Ap.

Sabato 23 gennaio 2021 era la data concordata a Ginevra, nell’ambito del “cessate il fuoco” in Libia, per l’evacuazione del Paese da parte di forze straniere e mercenari. Ma nessuno si è mosso, anzi da alcune foto aeree sembrerebbe che i mercenari russi del Wagner group (segnalato da alcuni anni per interventi in Ucraina, Siria, Centrafrica, Venezuela, ecc.) stiano scavando…

QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI A CN+

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons