In scena

Al Teatro Olimpico di Roma l'Orchestra di piazza Vittorio reinventa "Il Flauto magico" di Mozart, mentre al Quirino la Compagnia della Rancia adatta per il teatro il celebre film "Rain man"
Orchestra di Piazza Vittorio

Il Flauto Magico dell'Orchestra di piazza Vittorio
Lo spettacolo, ormai cult internazionale, torna nella capitale. I musicisti, diretti da Mario Tronco, rompono il tradizionale confine tra la buca d'orchestra e il palcoscenico. Un "Flauto Magico" riletto, smontato, reinventato, rielaborato in sei lingue, come se l'opera di Mozart facesse parte di tutte le culture musicali di piazza Vittorio, come se fosse una favola tramandata in forma orale e giunta in modi diversi a ciascuno degli interpreti.
"Il Flauto Magico secondo l'Orchestra di piazza Vittorio". Roma, Teatro Olimpico, dal 5 al 16 dicembre

Michael Nyman e Matteo Levaggi
Michael Nyman, compositore contemporaneo, è protagonista di una serata speciale di musica e danza insieme al Balletto Teatro di Torino e Sentieri Selvaggi, l'ensemble di musica contemporanea in residenza artistica al Teatro Elfo Puccini di Milano. Questo primo appuntamento prevede l'esecuzione del balletto firmato da Matteo Levaggi "Drowning by numbers", e Nyman con un programma intitolato "Piano Solo".
A Torino, Collegno, Lavanderia a Vapore, il 6 dicembre

Rain Man
La Compagnia della Rancia propone l'adattamento teatrale del celebre film del 1988 con Tom Cruise e Dustin Hoffman. Si racconta la storia di Raymond, un uomo affetto da autismo che eredita l'immenso patrimonio familiare, e di Charlie, fratello minore arrivista e cinico. Durante il viaggio che li porta a Los Angeles – iniziato come un tentativo di rapimento – Charlie ha modo di scoprire Raymond e di capire alla fine il valore della diversità: rinuncia al denaro e scopre il significato dell'amore incondizionato.
"Rain man", adattamento per il teatro di Dan Gordon, tratto dal film della MGM basato sulla sceneggiatura di Ronald Bass – Barry Morrow, traduzione e adattamento di Michele Renzullo e Saverio Marconi. Roma, Teatro Quirino, dal 4 al 16/12. In tournée

Maternity Blues
Una Medea tratta dal libro di Grazia Verasani, a cui si è ispirato anche il film di Fabrizio Cattani. Nel titolo il riferimento non lascia dubbi sul tema: in un ospedale psichiatrico giudiziario, si incontrano quattro donne che hanno ucciso i loro bambini.  Maternity blues è una delle definizioni della depressione post partum.
"From Medea – Maternity Blues", di Grazia Verasani, con Elena Arvigo, Sara Zoia, Elodie Treccani, Gilda Lapardaja, regia Elena Arvigo. Roma, Teatro Argot, dal 4 al 16 dicembre

Il vulcanico Antonio Rezza
Si può parlare con qualcuno che ti dà la voce? Si può rispondere con la stessa voce di chi fa la domanda? Due persone discorrono sull'esistenza. Una delle due, quando l'altra parla, ha tempo per pensare: sospetta il tranello ma non ne ha la certezza. Mai come in questo caso l'odio verso la mistificazione del teatro, del cinema, della letteratura, è implacabile.
"Fratto_X" di Flavia Mastrella e Antonio Rezza, con Antonio Rezza e Ivan Bellavista. Roma, Teatro Vascello, dal 4/12 al 6/1/2013

I più letti della settimana

Verso un noi sempre più grande

Nel segno di una Rosa Bianca

Legalità del noi, rivedi la diretta

Europa

9 maggio, festa dell’Europa

Simple Share Buttons