Gli aspiranti cuochi

Al via su Sky Uno la terza edizione di Masterchef Italia. Andrà in onda per 12 giovedì con una doppia puntata, fino al 6 marzo 2014.
masterchef

Dopo una pubblicità martellante, finalmente ieri sera su Sky Uno, è ricominciata la terza attesissima edizione di Masterchef Italia, il cooking show più amato della televisione, che andrà in onda per 12 giovedì con una doppia puntata, fino al 6 marzo 2014.

Stagione dopo stagione, il talent culinario si è trasformato in un vero e proprio evento mediatico e quest’anno sono accorsi ai casting ben 15.000 aspiranti cuochi, tre volte in più rispetto alla prima edizione. Tra questi, solo 100 hanno avuto la possibilità di presentare i loro piatti davanti ai giudici Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich. Le prime due puntate sono state dedicate proprio alla selezione, da parte dei giudici, di alcuni degli aspiranti masterchef italiani da inserire in gara e dalle loro scelte è apparso subito evidente come i concorrenti di quest’anno siano dei veri e propri “personaggi”, tanto che su Twitter si sono scatenati subito i primi commenti, fino ad arrivare all’incredibile numero di 25.000 tweet! Tra i personaggi più “curiosi” Rosetta, la cuoca poco perfetta, Nicola, un cinquantenne single che vive ancora con mamma e papà, ma che non smette di sperare nell’anima gemella (e infatti, fuori dalla cucina, flirta già con una concorrente, Laura), Margherita, la ragazza che ha fatto commuovere Joe Bastianich per la sua storia personale (è dimagrita 30 kg e ora, a 18 anni, ha dato un nuovo significato al cibo, trasformandosi in una talentuosa cuoca) e Rachida, la casalinga marocchina dalla lacrima facile, a cui i giudici hanno dato la fortunata possibilità di tornare a casa, per preparare un piatto rigorosamente del proprio paese di origine, e dimostrare così pienamente il suo talento culinario.

Tante, quindi, le novità apportate al format, rispetto agli anni passati: dall’internazionalità dei concorrenti, inusuale per la versione italiana del programma, alla scenografia rivisitata (oltre alla cucina, una sorta di spazio-bar riservato ai giudici per i momenti di relax). Annunciata inoltre la proclamazione in diretta del vincitore, prove in esterna che valicheranno i confini italiani per giungere fino a Marrakesh, alla scoperta di nuove culture e sapori e ospiti di fama mondiale (su tutti Graham Elliot, giudice di Masterchef USA e tra gli chef preferiti dal Presidente degli Stati Uniti Obama). Al di là delle novità, i punti forti del programma rimangono i giudici, spiritosi, affiatati e competenti, il lavoro di montaggio, che esalta i piatti nei dettagli e l’impegno sul fronte anti-sprechi, con la raccolta delle eccedenze, da recuperare e da redistribuire.

I più letti della settimana

Al servizio o al potere

Simple Share Buttons